Abbonati alla rivista
Area utenti

PleinAir | Camper

semintegrali

Mobilvetta Kea P59

16724.jpg

Nel classico stile della casa toscana che associa design, accuratezza delle rifiniture e dettagli qualificanti il nuovo P 59 consolida con argomenti originali la gamma media Kea, cavallo di battaglia della produzione Mobilvetta, composta da quattro mansardati e ben sette semintegrali. A colpire immediatamente è la lunghezza al limite dei sei metri, sottolineata da un design aggressivo. La scocca a pannelli sandwich è rivestita in vetro resina e rifinita con ampi cantonali in termoformato grigio che fanno risaltare il filante e moderno cupolino; la porta è dotata di finestra sagomata e di controporta zanzariera.
Nella zona posteriore del veicolo spiccano i due portelloni laterali per l’accesso al gavone garage; quest’ultimo, dalle dimensioni contenute in quanto parzialmente occupato dal gavone portabombola e dall’armadio, è comunque fruibile anche da uno scooter e appositamente attrezzato con rivestimento in alluminio mandorlato e ganci di fissaggio.
L’abitacolo offre un adeguato comfort alla coppia grazie ad una larghezza utile di ben 220 cm che conferisce una notevole abitabilità, ottenuta dalla minuziosa ed equilibrata progettazione. La semidinette con strapuntino laterale è affiancata da un divanetto longitudinale che, insieme ai due sedili della cabina, realizza un comodo living anche per cinque persone; all’occorrenza è trasformabile in letto singolo, con una larghezza di 100 cm in corrispondenza delle spalle e di 50 all’altezza dei piedi. Il matrimoniale fisso posteriore può essere ampliato con una prolunga a doghe estraibile che si estende sul piano cucina, ottenendo così una larghezza di 140 cm all’altezza delle spalle, mentre la zona dei piedi ne misura circa 125. Per l’aerazione di questo ambiente sono presenti una finestra e un oblò, mentre il perimetro superiore è dotato di ampi ripostigli e pensili a giorno; sotto il piano del letto è inserito l’armadio appendiabiti. Decisamente accattivante e funzionale nel resto dell’abitacolo la forma dei pensili, molto stondati per aumentarne la capienza e arricchiti da una ribaltina che si aggiunge allo sportello normale per migliorarne lo sfruttamento.
I servizi compensano le ridotte dimensioni con un razionale sfruttamento dello spazio. Il blocco cucina può contare sull’abbondante cubatura dei pensili a doppio livello e sull’originale piano cottura, con due fuochi da un lato più uno incassato nel lavello. Il vano toilette ha dimensioni molto compatte ma è razionalizzato da un allestimento ben studiato, che consente la presenza del box doccia separato con porta in metacrilato. Il riscaldamento dell’abitacolo è affidato al bruciatore a gasolio della Webasto da 3.500W, mentre l’acqua calda è fornita da un boiler a gas.
La meccanica di base è, come per tutta la famiglia Kea, il Fiat Ducato da 130 cv con una ricca dotazione di serie; il passo da 345 cm, che consente uno sbalzo contenuto in soli 159 cm, e la carreggiata posteriore allargata conferiscono una notevole stabilità al veicolo.

SCHEDA TECNICA

Fiat Ducato 130 JTD Cilindrata 2.287 cc • Potenza 130 cv, 96 kW • Telaio cabinato • Trazione anteriore • Retrotreno a ruote singole con carreggiata allargata • Alzacristalli e specchietti retrovisori ad azionamento elettrico, chiusure centralizzate, sedili girevoli con braccioli e tappezzeria coordinata • ABS, ASR, airbag conducente • Ruota di scorta sostituita da kit ripara gomme Fix&Go

MISURE ESTERNE in cm
Lunghezza 599
Larghezza 230
Altezza 275
Passo 345
Sbalzo posteriore 159

MASSE in kg

Massa totale ammessa 3.500
Massa in ordine di marcia n.c.
Portata n.c.

EQUIPAGGIO

Posti omologati 4
Posti letto 3
Posti a tavola 5
Posti frontemarcia 4
Cinture di sicurezza 4
Poggiatesta 4

SCORTE

Acqua potabile l 120
Acque grigie l 110
Acque nere l 18
Gas kg 1×11
Batteria servizi n.c.

PREZZO

48.100 con Iva franco fabbrica

PleinAir Market 436  novembre 2008

Galleria fotografica

Altre Schede Tecniche

Leggi tutte le Schede Tecniche
autopergine
Groppetti
adami camper
Ropa
srmecatronic
caravanbacci