Abbonati alla rivista
Area utenti

PleinAir | Camper

motorhome

Carthago Chic I44

14766.jpg

Il più piccolo degli integrali della qualificata produzione Carthago non passa certo inosservato, specialmente in questa versione Silver resa ancora più ricca ed esclusiva dal pacchetto aggiuntivo Designa. Ma sono ben quattro le combinazioni di accessori disponibili, offerti a prezzo vantaggioso, oltre a una serie di elementi singoli da inserire a proprio gusto per la massima personalizzazione del veicolo e delle sue funzionalità.

L’allestimento
L’esterno colpisce subito per la linea pulita e aggraziata, per il frontale poco pronunciato, per l’altezza che riesce comunque a rimanere entro i 3 metri, cosa piuttosto rara per un veicolo a doppio pavimento. L’adozione del telaio ribassato Al-Ko ha consentito di sfruttare al massimo i volumi utili dell’intercapedine, che ha un’altezza variabile da 15 a 30 centimetri. Su di essa poggia una scocca a sandwich di alluminio con isolamento interno continuo e priva di rinforzi in legno, ad evitare possibili ponti termici. Da qui la singolare curvatura tra pareti e tetto, che sottolinea le caratteristiche omogenee di stabilità e resistenza alle sollecitazioni meccaniche e agli agenti atmosferici. Non si è trascurato nemmeno il sottoscocca, proteggendolo con uno strato di vetroresina da umidità e pietrisco. Le bandelle laterali, anch’esse in alluminio, sono suddivise in settori per una maggiore stabilità e una più facile sostituzione.
Altrettanta la cura all’interno, con pavimento in compensato marino idrorepellente e pareti rivestite in morbida moquette, che assicura un eccellente isolamento. Tutto l’abitacolo mostra l’elevatissimo standard Carthago, a cominciare dall’ampio ed elegante living con numerosi e confortevoli posti a sedere, anche se il tavolo tondo decentrabile non è abbastanza spazioso per tutti i commensali. La dinette a L è trasformabile frontemarcia e la cassapanca è facilmente accessibile senza togliere i cuscini, grazie all’adozione di un particolare sistema.
Altro aspetto che sottolinea il comfort di bordo è dato dai due letti matrimoniali, entrambi con supporti a doghe: di tutto rispetto le loro dimensioni, specie il basculante per la larghezza domestica e l’altezza utile di addirittura un metro, mentre il fisso posteriore ha una conformazione asimmetrica per assorbire la rientranza del bagno. Entrambi sono facilmente accessibili e godono di una eccellente aerazione.
Il mobilio, con superficie in pero e profili in legno, è realizzato con la classica tecnica ad incastro, che assicura tenuta nel tempo; gli sportelli con chiusura soft sono dotati di ammortizzatori e di cerniere a doppia molla.

I servizi e gli impianti
La cucina, con grandi e ben organizzati spazi di stivaggio, è un vero e proprio concentrato di design e tecnologia: cassettoni scorrevoli a rientro automatico, il pratico piano di lavoro in Corasan resistente ad urti e graffi e nell’angolo, in questa versione Designa, addirittura la macchina del caffè espresso. Agevoli i disimpegni, anche per accedere alla colonna frigo frontale.
Più ristretta ma altrettanto funzionale la superficie riservata al vano toilette, anch’esso raffinato e ben organizzato con doccia separata, capienti armadietti, comodo piano d’appoggio e ambiente luminoso malgrado l’assenza della finestra.
Gli impianti sono alloggiati nel doppio pavimento, completamente al riparo da intemperie e sollecitazioni meccaniche: serbatoi, rubinetti di scarico, dispositivi e componenti elettrici sono accessibili da botole interne. L’intercapedine è riscaldata tramite il sistema ad acqua calda Alde, i cui convettori posti nell’abitacolo, nel garage e nella cabina di guida provvedono a far confluire aria calda a ridosso di pareti e condutture varie.

La meccanica
La motorizzazione 2.300 cc da 130 cv del Fiat Ducato è disponibile a catalogo, ma è consigliabile optare per i 3.000 cc capaci di assicurare, con 160 cv, una buona riserva di potenza (differenza 2.650 euro). In entrambi i casi è possibile scegliere la versione 35 Light o la 40 Heavy con massa da 42 quintali. I patiti delle meccaniche tedesche possono invece richiedere il Mercedes Sprinter ribassato, con 150 cv e 42 quintali di massa complessiva.

Pro & Contro
COSTRUZIONE: Scocca portante a sandwich di alluminio, senza rinforzi in legno, su telaio ribassato Al-Ko per ottenere il doppio pavimento; isolante in schiuma espansa rigida, sottopavimento rivestito in vetroresina antiurto. Raffinata impiantistica ed elevato livello di finiture, in linea con lo spessore tecnico e il design ricercato.
VOLUMETRIA E MASSE: Altezza contenuta entro i 3 metri, sbalzo posteriore molto contenuto. Eccezionale campo visivo dalla cabina di guida, grazie al corto musetto e al parabrezza panoramico (notevole l’ausilio dei retrovisori discendenti tipo bus).
LIVING: Nonostante la capienza e la comodità delle sedute, il tavolo non ha dimensioni sufficienti per accogliere ai pasti le quattro persone dell’equipaggio omologato.
CUCINA: Numerosi e di notevole capienza i cassettoni scorrevoli, ampi gli spazi a disposizione e al gran completo le ricercate dotazioni. Utilizzo di materiali robusti e disposizione funzionale.
LETTI: Sempre pronti, facilmente accessibili, ben aerati e di grandi dimensioni, specie il basculante che offre un’altezza utile di addirittura un metro.

PleinAir Market 428  marzo 2008

Galleria fotografica

Altre Schede Tecniche

Leggi tutte le Schede Tecniche
autopergine
vacanze2000
Groppetti
adami camper
Mobiltech
Gira Gira
camperis
Ropa
coverbox
srmecatronic