Abbonati alla rivista
Area utenti

PleinAir | Viaggio

8 giugno 2017

Sulle orme della Sibilla

panorama-campingsibilla

CLICCA SULLA FOTO PER GUARDARE LA GALLERY

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini offre un’infinità di occasioni per vivere, con il v.r. o la tenda, la vacanza secondo natura. Boschi, praterie e gole compongono il contesto dell’area protetta, una delle zone con il più alto tasso di biodiversità in Italia. Per scoprirla si può approfittare del raduno organizzato dal Camping Sibilla a Montefortino (FM) il 1° e il 2 luglio.

Incastonato in una cornice naturale di grande effetto, poco fuori dal paese e lungo la strada che collega il Santuario della Madonna dell’Ambro e le Gole dell’infernaccio, il campeggio è dotato di ampie piazzole, di uno spazio giochi per bambini e di un’area barbecue.

I partecipanti visiteranno il paese con il professore Enrico Giannini, esperto d’arte e storia del territorio, che racconterà aneddoti e leggende legate ai Monti Sibillini. È  ricco il patrimonio artistico del borgo: da Palazzo Leopardi, che custodisce tele di Fortunato Duranti e opere di Giaquinto e Unterpergher (fino al 1° ottobre in  esposizione a Palazzo Campana a Osimo), al Convento di San Francesco che conserva una pregevole Madonna del Rosario di Simone De Magistris.

Chi pratica la pesca sportiva non dimentichi di caricare l’attrezzatura appropriata nel gavone. Il programma approntato dallo staff include anche una gara al lago con tanto di vincitore e premio finale in prodotti tipici al partecipante che pescherà le due trote più grandi. La struttura non provvederà, però, all’equipaggiamento. La cena del sabato sera all’aperto sarà allietata da musica e intrattenimento. Gli equipaggi possono arrivare nella giornata di sabato, ripartire la domenica o prolungare il soggiorno secondo le proprie esigenze. La quota è di 25 euro a persona, sconto del 50% per i bambini da 3 a 10 anni.

Chi si ferma qualche giorno in più, può cimentarsi in una facile escursione alle Gole dell’Infernaccio, tra piccole cascate e torrenti. A parte qualche tratto un po’ faticoso, il percorso tra le rocce e la rigogliosa vegetazione è piuttosto agevole. Vale la pena attraversare la faggeta e raggiungere, dopo una piccola salita, l’eremo di San Leonardo. Il calendario completo delle escursioni è consultabile sul sito www.sibillini.net.

Altre News

Leggi tutte le News
Punto Direttore
app PleinAirClub
iltropicodelcamper
movimentoturismovino
POI Garmin
Scarica