Vota
Mete & itinerari

Come prima, più di prima

Questo servizio è dedicato a chi trascorre le vacanze in mare godendo di tutti gli strumenti del pleinair. Equipaggiato il camper col gommone e le immancabili biciclette, noi abbiamo ritrovato il paradiso in Istria: clima ideale, mare tiepido e limpido, e una rete di servizi ad alto livello. A partire dai campeggi.

Vota
Mete & itinerari

Te la do io, la Turchia

Dopo due soggiorni negli ormai lontani anni ’60, si riacutizza il mal di Turchia. E nasce un progetto di viaggio perfettamente a misura di camper, per l’autonomia e la libertà di movimento che si richiedono. Ma c’è un piccolo problema: l’autore e il suo equipaggio il camper non lo possiedono…

Vota
Mete & itinerari

La quiete dopo la tempesta

Caduto il giogo sovietico, smantellate le basi militari, assaporato il gusto della democrazia, l’Estonia vive questo momento di pace manifestando le sue radici culturali, con tanta voglia di natura e di musica.

Vota
Mete & itinerari

Color turchese

Grazie al camper, ma soprattutto grazie alla barca – un caicco noleggiato per qualche giorno – andiamo a scoprire in Turchia gli autentici valori della costa mediterranea: preziosi lembi di natura e di storia scampati alla “valorizzazione” turistica.

Vota
Mete & itinerari

In viaggio con Lutero

Le storiche regioni della ex DDR hanno visto nascere la Riforma luterana. Oggi, a quasi cinque secoli di distanza, sono teatro di una nuova e profonda riforma: economica, sociale e culturale, conseguente alla riunificazione della Germania.

Vota
Mete & itinerari

L’isola di Guglielmo

La maggiore isola tedesca, amata dal principe Guglielmo, si trova nel Baltico proprio di fronte all’antica città di Stralsund: è abbastanza estesa da contenere più di quattro volte l’isola d’Elba. E abbastanza varia da motivare una piacevole digressione in camper e bici.

Vota
Mete & itinerari

Acque azzurre, verdi approdi

Da un bosco a una lanca, binocolo e teleobiettivo alla mano, visitiamo i paradisi naturali gestiti dalla LIPU lungo il Ticino. Quattro riserve dove la natura è protetta, ma anche fruibile, per lasciarci alle spalle caldo e rumore e tuffarci nel fresco di un’inedita Lombardia.

Vota
Mete & itinerari

Olimpico pleinair

A settembre si tengono in Australia le prime Olimpiadi del terzo millennio. Compagnie aeree, agenzie di viaggio e mass media sono in fermento con proposte e tariffe vantaggiose. E chissà che non sia proprio questa l’occasione che tanti aspettavano per compiere il grande balzo. Intanto, dopo i servizi pubblicati sui numeri 296 e 317 di PleinAir, li guidiamo a conoscere altre meraviglie del continente.

Vota
Mete & itinerari

Cinque anelli per Sydney

Terminata l’attesa del nuovo millennio, dall’altra parte della terra c’è chi continua il conto alla rovescia. Un orologio nell’aeroporto di Sydney segnala quanti giorni mancano all’inizio della XXVII Olimpiade.

Vota
Mete & itinerari

Melbourne, la città giardino

La più grande città dell’Australia dopo Sydney, appare inaspettatamente ordinata e vivibile, ricca di verde e decisamente meno frenetica rispetto ad altre capitali europee, nonostante i suoi tre milioni e duecentomila abitanti.

Vota
Mete & itinerari

L’isola dei pinguini

Tutti i giorni, puntualmente dopo il tramonto, ha inizio un’insolita e spettacolare parata: migliaia di pinguini riemergono dall’acqua per tornare, in gruppi, nelle loro tane nella sabbia. La sfilata dura circa un’ora; il maggior numero di pinguini è visibile d’estate, nel periodo dello svezzamento dei neonati.

Vota
Mete & itinerari

Great Ocean Road

Da un lato l’oceano tempestoso, punteggiato da enormi faraglioni giallo ocra; dall’altro le foreste e le praterie; nel mezzo un lungo, sinuoso nastro d’asfalto: una delle più belle strade costiere del mondo.

Vota
Mete & itinerari

Piccolo grande Ovest

Nei dintorni di Albany, una breve vacanza in camper con dentro un intero continente. Natura sempre diversa e pleinair di classe in meno di 500 chilometri.

Vota
Mete & itinerari

Cuore selvaggio

L’hanno definita l’Irlanda dell’emisfero australe. E’ la Tasmania, un’isoletta a forma di cuore alla deriva nell’oceano e così originale da non essere paragonabile a nessun’altra.

Vota
Mete & itinerari

Ali a nord est

Un deserto di dune a due passi da Piazza San Marco. Un’isola in mezzo al fiume, paradiso degli aironi. Un mosaico di stagni e canneti dove le auto non arrivano. E un angolo di fiabesca campagna dove incontrare una “parente” tutta speciale. Esploriamo in camper le oasi LIPU intorno al Delta del Po: mete preziose del nord-est, che però non compaiono sulle guide turistiche.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/13 – In una Santa Valle

Ai vertici di una croce ideale, San Francesco fondò nella Conca di Rieti quattro santuari. Qui dettò la Regola, istituì il primo presepio, e forse compose il Cantico delle Creature.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/12 – Alto Medioevo

Narni è ancora la città medioevale che lo stesso San Francesco vide. E più a monte, una strada ombrosa e tortuosa raggiunge lo Speco in cui il santo amava raccogliersi.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/11 – Il bosco dei romiti

Tra i faggi e lecci del Monteluco, la montagna di Spoleto, santi ed eremiti si ritiravano già prima di Francesco. Ma sull’umile rifugio del Poverello sorse un convento.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/10 – Isola di Penitenza

Isolato due volte, dall’acqua del lago Trasimeno e dalle tentazioni terrene, il Poverello trascorse quaranta giorni di preghiera e digiuno sull’Isola Maggiore

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/9 – La rupe tra i faggi

Sorto sul luogo dove San Francesco ricevette le stimmate, il santuario della Verna emerge dai boschi del Casentino con precipiti affacci sull’alta Valle del Tevere.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/8 – Terra etrusca

Con Siena, Arezzo e Perugia, la città di Cortona condivide origini etrusche e nobiltà d’arte. E custodisce il Convento delle Celle, dove San Francesco dettò il suo testamento.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/7 – L’Alpe della Luna

Più volte il Poverello fu ospite del convento di Monte Casale, incastonato tra i boschi dell’Appennino e le cime della Luna, a pochi chilometri dalla città di Sansepolcro.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/6 – Il forte e la chiesa

Sotto la rocca di San Leo San Francesco predicò ed ebbe il regalo dal conte Orlando da Chiusi il territorio della Verna. Una piccola chiesa e un convento ricordano l’episodio.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/5 – Eremi e canyon

A piedi lungo le gole dell’Infernaccio e del Fiastrone, nel cuore del Parco dei Sibillini, per scoprire due eremi che onorano San Francesco ma non lo conobbero.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/4 – Sulla via d’Oriente

Da Fabriano ad Ancona, da Osimo a Fermo, da Ascoli Piceno a Sarnano e San Severino, i luoghi più amati da San Francesco in viaggio nelle Marche e verso l’imbarco per la Terra Santa.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/3 – A piedi con la lupa

Da Assisi a Gubbio strade interne inseguono i passi di San Francesco tra il verde, le acque e le atmosfere di un’Umbria segreta che ha mantenuto l’aspetto di allora.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco – Rifugi di pianura

Rivotorto e Cannara, dove la memoria del Poverello è ancora vivissima, furono il primo buon rifugio e il primo pulpito di Francesco e dei suoi seguaci alle porte della città natale.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/1 – All’ombra del Subasio

Assisi città, l’Eremo delle Carceri, San Damiano, Santa Maria degli Angeli… Ai piedi del Monte Subasio e a poca distanza tra loro, si trovano i luoghi francescani più celebrati.

Vota
Mete & itinerari

Atolli di Ferrara

L’oceano ferrarese è una fertile campagna “salvata dalle acque”; ma isole se ne staccano ancora, come un tempo. E sono rifugi di natura, di pace e di… pleinair. Ne abbiamo visitati cinque.

Vota
Mete & itinerari

Orizzonti d’argilla

Un mare di terra ocra solcato da calanchi e macchiato da nuove colture agricole si bagna nello Ionio della Basilicata. Qui, tra le valli dell’Agri e del Sinni abbiamo tracciato una rotta pleinair.