Vota
Mete & itinerari

Ali a nord est

Un deserto di dune a due passi da Piazza San Marco. Un’isola in mezzo al fiume, paradiso degli aironi. Un mosaico di stagni e canneti dove le auto non arrivano. E un angolo di fiabesca campagna dove incontrare una “parente” tutta speciale. Esploriamo in camper le oasi LIPU intorno al Delta del Po: mete preziose del nord-est, che però non compaiono sulle guide turistiche.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/13 – In una Santa Valle

Ai vertici di una croce ideale, San Francesco fondò nella Conca di Rieti quattro santuari. Qui dettò la Regola, istituì il primo presepio, e forse compose il Cantico delle Creature.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/12 – Alto Medioevo

Narni è ancora la città medioevale che lo stesso San Francesco vide. E più a monte, una strada ombrosa e tortuosa raggiunge lo Speco in cui il santo amava raccogliersi.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/11 – Il bosco dei romiti

Tra i faggi e lecci del Monteluco, la montagna di Spoleto, santi ed eremiti si ritiravano già prima di Francesco. Ma sull’umile rifugio del Poverello sorse un convento.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/10 – Isola di Penitenza

Isolato due volte, dall’acqua del lago Trasimeno e dalle tentazioni terrene, il Poverello trascorse quaranta giorni di preghiera e digiuno sull’Isola Maggiore

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/9 – La rupe tra i faggi

Sorto sul luogo dove San Francesco ricevette le stimmate, il santuario della Verna emerge dai boschi del Casentino con precipiti affacci sull’alta Valle del Tevere.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/8 – Terra etrusca

Con Siena, Arezzo e Perugia, la città di Cortona condivide origini etrusche e nobiltà d’arte. E custodisce il Convento delle Celle, dove San Francesco dettò il suo testamento.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/7 – L’Alpe della Luna

Più volte il Poverello fu ospite del convento di Monte Casale, incastonato tra i boschi dell’Appennino e le cime della Luna, a pochi chilometri dalla città di Sansepolcro.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/6 – Il forte e la chiesa

Sotto la rocca di San Leo San Francesco predicò ed ebbe il regalo dal conte Orlando da Chiusi il territorio della Verna. Una piccola chiesa e un convento ricordano l’episodio.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/5 – Eremi e canyon

A piedi lungo le gole dell’Infernaccio e del Fiastrone, nel cuore del Parco dei Sibillini, per scoprire due eremi che onorano San Francesco ma non lo conobbero.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/4 – Sulla via d’Oriente

Da Fabriano ad Ancona, da Osimo a Fermo, da Ascoli Piceno a Sarnano e San Severino, i luoghi più amati da San Francesco in viaggio nelle Marche e verso l’imbarco per la Terra Santa.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/3 – A piedi con la lupa

Da Assisi a Gubbio strade interne inseguono i passi di San Francesco tra il verde, le acque e le atmosfere di un’Umbria segreta che ha mantenuto l’aspetto di allora.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco – Rifugi di pianura

Rivotorto e Cannara, dove la memoria del Poverello è ancora vivissima, furono il primo buon rifugio e il primo pulpito di Francesco e dei suoi seguaci alle porte della città natale.

Vota
Mete & itinerari

L’Italia di San Francesco/1 – All’ombra del Subasio

Assisi città, l’Eremo delle Carceri, San Damiano, Santa Maria degli Angeli… Ai piedi del Monte Subasio e a poca distanza tra loro, si trovano i luoghi francescani più celebrati.

Vota
Mete & itinerari

Atolli di Ferrara

L’oceano ferrarese è una fertile campagna “salvata dalle acque”; ma isole se ne staccano ancora, come un tempo. E sono rifugi di natura, di pace e di… pleinair. Ne abbiamo visitati cinque.

Vota
Mete & itinerari

Orizzonti d’argilla

Un mare di terra ocra solcato da calanchi e macchiato da nuove colture agricole si bagna nello Ionio della Basilicata. Qui, tra le valli dell’Agri e del Sinni abbiamo tracciato una rotta pleinair.

Vota
Mete & itinerari

Bianchi e rossi in campo verde

Sono i trenini svizzeri del Jura, che insieme al, camper, alla bici e ai piedi ci aiutano a confezionare una vacanza di grande pregio nel verde rigoglio delle Franches-Montagnes, alle porte di Berna.

Vota
Mete & itinerari

Giardini di pietra

Visitare Matera e i Sassi, prima che un piacere è un dovere. Prima che un viaggio nella fascinosa natura delle Murge è un pellegrinaggio nei luoghi della nostra stessa origine.

Vota
Mete & itinerari

La terra del vento

La Germania meno conosciuta si bagna nel Mare del Nord. Non rientra in nessun programma turistico e, proprio per questo, stuzzica la curiosità: la nostra, e del camper.

Vota
Mete & itinerari

Le orme del grande fiume

Seguiamo il corso del Tagliamento dalla sorgente alla media valle, per rintracciarne i segni impressi nella terra, nella storia e nel costume del Friuli.

Vota
Mete & itinerari

Fortezze volanti

In camper, in bici e a piedi lungo la Val Chisone, per un eccezionale viaggio pleinair tra i forti più elevati e la scala coperta più lunga d’Europa; tra i pascoli d’alta quota e gli infiniti panorami in vista della Val Susa.

Vota
Mete & itinerari

Gioielli di Fiandra

Culla del Rinascimento, teatro di sanguinosi conflitti durante la Riforma, ma anche scalo di traffici commerciali che le posero alla testa del vecchio continente, le Fiandre custodiscono nelle maggiori città tesori di storia e d’arte tra i più ricchi d’Europa. Con un motivo in più per visitarle: la benevola accoglienza verso i turisti pleinair, che godono del diritto di sosta libera in tutto il territorio nazionale.

Vota
Mete & itinerari

La bella addormentata

Adagiata nel cuore della Fiandra Occidentale, Bruges è una millenaria città dal fascino discreto; va assaporata con calma, a piedi o in bicicletta, su una carrozza a cavalli o in barca lungo i canali dove si specchiano i salici e i nobili edifici merlati.

Vota
Mete & itinerari

Burroni d’Italia/1 – Mal di gola

Scavate dalla capricciosa potenza dei corsi d’acqua, gole e forre sono tra le più suggestive cornici paesaggistiche. Ve ne proponiamo alcune tra le più adatte anche all’escursionista non specializzato… Purché non si scordino alcune elementari norme di sicurezza.

Vota
Mete & itinerari

Burroni d’Italia/2 – Fior di Forra

Vi presentiamo in questo servizio otto spettacolari gole dell’Italia Centrale, con itinerari alla portata di tutti.

Vota
Mete & itinerari

Burroni d’Italia/3 – La cantina del diavolo

In Garfagnana, la valle verde che divide le Alpi Apuane dall’Appennino, l’Orrido di Botri separa la luce dalle tenebre.

Vota
Mete & itinerari

Burroni d’Italia/4 – Gran canyon del Sud

Dal Parco del Pollino alle Dolomiti Lucane, tre fenditure nella roccia che sanno di altri mondi.

Vota
Mete & itinerari

La Valle galeotta

Da un lato il Monte Pelmo e il gruppo del Bosconero, dall’altro la Moiazza e il versante meridionale della catena del Civetta; al centro il torrente Maé e la splendida Val di Zoldo, perla poco nota delle Dolomiti Bellunesi, da scoprire in camper e soprattutto a piedi.

Vota
Mete & itinerari

Lo sperone solitario

A dispetto dei rumorosi banchetti ufficiali di luglio e agosto, i piatti migliori del Gargano si gustano fuoristagione e, ancora meglio, a tavola con i padroni di casa. Ma ben pochi ospiti sembrano pronti a raccogliere l’invito. Chissà che non li convinca questo, costruito sulle strade già note ai lettori di PleinAir, ma con qualche inedita sorpresa.

Vota
Mete & itinerari

Esilio di pace

Sorella minore dell’arcipelago pontino, Ventotene fu sin dall’epoca romana una terra di confino. Oggi questa scheggia vulcanica al largo di Gaeta è una meta ideale per fuggire dal caos e immergersi in ritmi d’altri tempi. Ma per assaporarla al meglio conviene raggiungerla fuori stagione.