Vota
Mete & itinerari

L’altopiano dei giganti

Pochi i percorsi di visita e i sentieri segnati, ancora difficile la pratica del turismo naturalistico: ma nel parco della Sila, in compenso, non mancano le opportunità di soggiorno pleinair (anche in sosta libera) e le occasioni per avvicinarsi a sapori e tradizioni del territorio. Andiamo a vedere cosa succede tra le splendide foreste di un’area protetta ancora giovane che tutela preziosi alberi secolari, una fauna assai varia e paesaggi di inattesa bellezza.

Vota
Mete & itinerari

Gente in Aspromonte

Sul massiccio calabrese, un altro dei parchi di questa regione ben più nota per il suo mare che per le sue montagne, la natura selvaggia e maestosa incornicia paesi antichi e fieri che offrono grandi e piccoli tesori d’arte, tradizioni originali e un’ospitalità schietta e genuina. Un itinerario per scoprire luoghi e situazioni all’insegna del cambiamento e della rinascita, con il pleinair a rappresentare un auspicabile modello di turismo.

Vota
Mete & itinerari

Onda su onda

La costa centro-occidentale della Sardegna nasconde un vero e proprio patrimonio naturalistico costituito da una serie di dune sabbiose che, in alcuni punti, formano deserti estesi anche vari chilometri quadrati. Sono le dune di Is Arenas s’Acqua e S’Ollastu, di Piscinas, di Scivu e di San Nicolò.

Vota
Mete & itinerari

Dove soffia lo scirocco

Tassello mediterraneo battuto dai venti d’Africa, Sant’Antioco è un concentrato di natura e storia sarda. Ci siamo andati in camper, e abbiamo trovato una felice sintesi di opportunità per apprezzarla anche a piedi, in bici e in kayak.

Il porticciolo di Nida
Vota
Mete & itinerari

Piccolo incanto baltico

C’è una vecchia storia che ogni lituano conosce. E’ quella dell’affascinante ondina Juraté, che regnava su tutte le creature marine dal suo castello d’ambra in fondo al Baltico, e del giovane Kastytis

Vota
Mete & itinerari

Calmo e placido

Con i suoi 220 chilometri, il Piave si colloca tra i primi dieci fiumi italiani. Ma soprattutto è fra i più interessanti in senso paesaggistico e ambientale e anche uno dei più puliti, come è facile notare nei giorni soleggiati quando scivola via in splendide varianti di verde e turchese. Nel novantesimo anniversario della fine della Grande Guerra torniamo a riscoprirlo anche come luogo della memoria, in un itinerario dalle Dolomiti ai lidi veneti per scoprire, capire, ricordare.

Vota
Mete & itinerari

Triangolo veneto

Un palio nato nel XIV secolo, con centinaia di figuranti in costume, trasforma la cittadina di Noale in un palcoscenico del Medioevo. E dopo la storia e il folklore, una bella pedalata: a pochi chilometri si snoda la facile pista ciclabile del Parco Regionale del Sile, che scorre da Castelfranco Veneto alla doppia foce (nella Laguna di Venezia e poi in Adriatico) dopo aver bagnato una città d’arte del calibro di Treviso.

Il lago del Corlo
Vota
Mete & itinerari

Amor di patria

Dai forti (o ciò che ne resta) dello Sbarramento Brenta Cismon fino al Monte Grappa e a Bassano, un breve ma denso itinerario ripercorre alcuni dei luoghi cruciali della Prima Guerra Mondiale, con il giusto intermezzo di cultura e natura lungo le rive del Brenta.

Vota
Mete & itinerari

Finalmente lunedì

L’isola del weekend: così è chiamata Kea, che durante i finesettimana della bella stagione si riempie di ateniesi. Ma negli altri giorni la più vicina delle Cicladi (che si raggiunge solo in traghetto dal porto attico del Lavrio e non ha nemmeno uno scalo aereo) ridiventa una deliziosa palestra di vita e vacanza all’aria aperta, in cui alternare i bagni di sole e di mare alle escursioni nell’entroterra e verso le coste.

Vota
Mete & itinerari

Che vuoi di più dalla vita?

La superstrada Basentana raccorda alcune delle principali attrattive paesaggistiche e storiche della Basilicata interna. A cominciare dalle Dolomiti Lucane, ma senza ignorare Potenza (ora dotata di un’area di sosta per i camper) e altre mete minori, intatte e pittoresche come avviene solo in Lucania.

Vota
Mete & itinerari

Strada madre

Inaugurata nel 1926, la Route 66 è stata per oltre quarant’anni protagonista del mito dell’America on the road, affascinando scrittori, musicisti, fotografi, cineasti e una folla immensa di viaggiatori che la percorrevano da Chicago a Los Angeles. Oggi, surclassata o assorbita dalle grandi autostrade, sta conoscendo un meritato revival come itinerario storico, quasi un museo all’aperto lungo 2.300 miglia.

Vota
Mete & itinerari

Da Roma a Otranto

Se Roma era la prima meta dei pellegrini medioevali, la seconda era Otranto, estremo punto d’imbarco per la Terra Santa. E proprio fra l’Urbe e la città pugliese si snoda, in un viaggio di oltre 600 chilometri, la Francigena del Sud: un itinerario tutto da riscoprire nelle sue molteplici varianti seguendo tratti delle antiche strade romane, incontrando grotte dedicate al culto, soffermandosi di fronte ad alcune delle più belle cattedrali del Mediterraneo.

Vota
Mete & itinerari

Vent’anni da parco

A festeggiare l’importante ricorrenza è il parco naturale Adamello Brenta, gioiello del Trentino, dove sono tornati da qualche anno anche gli orsi a popolare boschi e vallate. Per la gioia dei sempre più numerosi visitatori, attratti dalle molte bellezze dell’ambiente e accolti da un’organizzazione turistica moderna ed efficiente, a misura di grandi e bambini.

Vota
Mete & itinerari

Paradiso a sorpresa

In camper e kayak alla scoperta dell’isola meno turistica dello Jonio greco: a Lefkada, collegata alla terraferma da un ponte, ottime possibilità di sosta facilitano la visita dei pittoreschi paesini e il soggiorno marino in vista di spiagge da favola, che in bassa stagione sono ancora più solitarie e invoglianti.

la spiaggia del lago
Vota
Mete & itinerari

Trentino, la perla e lo scrigno

Sul lago di Molveno, circondato da picchi fra i più noti e spettacolari delle Dolomiti, windsurf e canoe convivono felicemente con ramponi e piccozze, e ogni giorno si può scegliere fra i sentieri e la riviera: una lunga spiaggia di ghiaia e d’erba e l’ampia offerta di passeggiate, escursioni e panorami fanno di quest’angolo estremo del parco Adamello Brenta una meta ideale per il pleinair sportivo e in famiglia.

Vota
Mete & itinerari

L’ultimo assedio

La singolare rievocazione storica della Scamiciata è l’occasione per scoprire la cittadina di Fasano, compreso il celebre Zoosafari, e le caratteristiche località costiere dell’alto Brindisino.

Vota
Mete & itinerari

Tre passi e un cantone

Nella parte meridionale dei Grigioni, un anello pleinair che percorre la verde Bregaglia, arriva a Coira e ridiscende verso lo Spluga attraverso storici valichi e millenarie vie di comunicazione. Un piccolo viaggio nel verde fra castelli, chiese, conventi e graziosi villaggi alpini, da cui prendono il via passeggiate ed escursioni.

Vota
Mete & itinerari

Pennellate di luce

Nell’epoca dell’immagine digitale e del fotoritocco non ha perso il suo fascino l’arte più amata dai viaggiatori di altre epoche, forse la più en plein air delle tecniche pittoriche. Carta grossa, colori e pennelli alla mano, ecco un viaggio nei segreti dell’acquerello.

Vota
Mete & itinerari

A casa di Winnie

Giustamente famoso per i suoi parchi, il Canada si conferma una meta eccellente del turismo secondo natura. Dove il veicolo ricreazionale è uno strumento privilegiato di scoperta del territorio e le aree protette, patria e residenza dei cugini di un celebre orsetto, sono un’irresistibile attrattiva per chi ama passeggiare, pedalare, pagaiare e osservare nel loro ambiente i grandi animali delle foreste e delle praterie.

La Cattedrale di san Lorenzo
Vota
Mete & itinerari

A passeggio nei secoli

Crocevia di culture fin dalla sua nascita, Perugia è una delle più belle e originali città storiche europee, con il borgo medioevale ancora intatto nel sottosuolo e un invidiabile patrimonio d’arte e di architettura da apprezzare al ritmo lento del trekking urbano.

Vota
Mete & itinerari

Le vie dei canti

Assisi celebra la primavera con tre giorni di festa grande: è il Calendimaggio, un tuffo nell’epoca medioevale che si conclude con un’inattesa sfida canora. Uno spettacolo da non perdere per scoprire o riscoprire la terra di San Francesco, i suoi monumenti, i dolci paesaggi del cuore verde d’Italia.

Vota
Mete & itinerari

L’oro di Napoli

Un inedito itinerario lungo il litorale vesuviano in cerca delle ville patrizie che testimoniano i fasti dell’età borbonica, anche grazie a un ente impegnato a difenderle dal degrado e dalle speculazioni. Con una tappa eccellente nella storia di diciannove secoli fa e una sosta tranquilla nella periferia cittadina.

Vota
Mete & itinerari

L’aquila dei Balcani

Un paese che cerca di colmare la distanza con l’Europa portando in dono la sua natura, la sua storia, il laborioso impegno della sua gente. L’Albania è ancora una terra difficile, con infrastrutture essenziali e un’identità turistica tutta da definire, ma visitarla con il v.r. è il modo migliore per scoprirla in ogni suo aspetto, usufruendo di una promettente ospitalità fai-da-te.

Vota
Mete & itinerari

Via Francigena/2 Da Pontremoli a Roma

Il viaggio lungo la Romea sulle orme dei pellegrini del secondo millennio prosegue ridiscendendo la Toscana, per poi entrare nel Lazio e concludersi a Piazza San Pietro, suo termine naturale. Una tappa in cui il Medioevo trionfa nelle architetture dei borghi e sembra riemergere dalle pieghe dei sereni paesaggi collinari dell’Italia centrale.

Vota
Mete & itinerari

Tirolo a pedali

Da Dobbiaco a Lienz lungo la pista ciclabile della Drava, che segue il fiume nel tipico paesaggio alpino di fondovalle. Meno di 50 chilometri per uno splendido percorso adatto a tutti, bambini compresi, con servizi dedicati, soste golose e ricettività ad ampio raggio.

Vota
Mete & itinerari

Medioevo prossimo

Centinaia di rocche, castelli e residenze nobili proiettano sul paesaggio dell’Alto Adige un’aura secolare che ricorda le vicende di antiche corti, ricchi feudatari, romantiche dame. E conservano un patrimonio d’arte, d’architettura e di costume che riporta in vita la storia di questa terra di confine.

Vota
Mete & itinerari

Un mito australiano

Da Adelaide a Darwin attraverso il deserto: spettacolari ambienti naturali, antiche leggende e moderne città di un viaggio avventura da veri bushman.

Vota
Mete & itinerari

Miracoli in Valmorel

Fantasia e realtà si uniscono in una storia scritta e illustrata da Dino Buzzati, che diventa un invito ad esplorare (in camper e a piedi) i colli e il fondovalle della Sinistra Piave, immergendosi negli ameni paesaggi del Bellunese dove il grande scrittore amava dedicarsi a passeggiate ed escursioni.

Vota
Mete & itinerari

Dinosauri e barocco

Al centro della Baviera, la valle dell’Altmühl è un parco naturale e un comprensorio pleinair fra i più piacevoli e meglio attrezzati dell’intera regione: numerosi e sicuri approdi per il veicolo ricreazionale, attività all’aria aperta d’ogni genere e un paesaggio dominato dal placido scorrere del fiume, lungo il quale sorsero città e paesi che conservano importanti testimonianze artistiche e naturalistiche dalla preistoria fin quasi ai nostri giorni.

Vota
Mete & itinerari

Le sirene dell’Adriatico

Un giovane parco tutela il patrimonio storico, artistico e paesaggistico di uno dei comprensori più amati d’Italia: torniamo in Salento per scoprire non le spiagge e le occasioni balneari, ma le testimonianze di un passato che ridiventa presente anche grazie alla musica e al folklore.