Vota
Mete & itinerari

Mediterraneo da film

La suggestiva ritrosia dell’isola di Leros, nell’Egeo orientale, ricorda luoghi e atmosfere della celebre pellicola di Gabriele Salvatores, anche perché è ricchissima di reperti degli anni di guerra in cui fu occupata dalle truppe italiane, britanniche e tedesche. Ma è anche un ottimo rifugio per il turista che cerca mare, sole e occasioni di pleinair lungo le belle spiagge, dove si scende con il camper fin quasi a lambire le onde.

Vota
Mete & itinerari

Giochi di immaginazione

Un’Inghilterra da cartolina in un viaggio per tutta la famiglia tra brughiere e porticcioli del North East, villaggi di casette in pietra e magnifiche residenze dell’aristocrazia, aree protette popolate da uccelli marini e capolavori dell’architettura medioevale. Una vacanza in libertà sulle tracce degli antichi popoli britannici… e dei moderni aspiranti maghi

Vota
Mete & itinerari

Il ritorno dei romani

Una nuova avventura escursionistica di un gruppetto ormai collaudato, che dall’Urbe ha raggiunto le piovose campagne inglesi per seguire il Vallo di Adriano. Sei giorni a piedi lungo la grande muraglia britannica tra mucche con la frangetta, panciuti giocatori di freccette, inquietanti colazioni a base di pudding e, ovviamente, fortini, musei, aree archeologiche e altri ricordi della grande opera dei Romani (quelli con la maiuscola).

Vota
Mete & itinerari

Questo posto è una favola

Una prima esperienza in camper narrata dalla viva voce (o quasi) della protagonista: Clara, un anno. E che esperienza: non un paio di giorni dietro casa, ma qualche migliaio di chilometri fino all’Irlanda e ritorno.

Vota
Mete & itinerari

Il giardino di pietra

Finalmente liberata dai ponteggi la città di Noto, regina del barocco siciliano, torna a dare spettacolo. Ma non da sola: sulla scena le sono accanto la Noto Antica, i santuari rupestri, l’oasi litoranea di Vendicari, gli scavi di Eloro, la villa romana del Tellaro… Insomma un cast di prim’ordine per un copione a tratti inedito, che soddisfa pienamente anche il pubblico dei turisti pleinair.

Vota
Mete & itinerari

Ai confini della Capitanata

Nell’entroterra della provincia di Foggia, l’Appennino Dauno e le sue pendici sfumano verso il Tavoliere con una corona di paesi che hanno conservato caratteristici abitati, tradizioni genuine e testimonianze di un ricco passato. Andiamo ad esplorarne i monumenti federiciani, le selvagge distese boschive, le tracce di antiche civiltà e i ventosi paesaggi di quota disegnando un largo anello che si chiude a Lucera, città storica fra le più preziose della Puglia.

Vota
Mete & itinerari

Porte aperte sulla natura

Nuova stagione e seconda puntata per la nostra rassegna delle riserve gestite dal Corpo Forestale dello Stato: ancora una collezione di nove mete per escursioni a piedi, in mountain bike e non solo, tra inusuali ambienti costieri e boschi di montagna, collina e pianura che spesso si trovano a breve distanza da rinomate località turistiche e offrono alle attività del pleinair un ambito privilegiato se non unico.

Vota
Mete & itinerari

Principi, vescovi e minatori

Fra Bolzano e il Brennero, in poche decine di chilometri, l’alta valle dell’Isarco ospita alcune delle più affascinanti località dell’Alto Adige. Scendiamo dunque lungo il fiume per visitare animate cittadine storiche, antichi luoghi di culto e roccaforti costruite su arditi picchi rocciosi, in un solenne paesaggio di montagne da sempre meta di escursioni e nelle cui viscere si celano ancora le gallerie minerarie della piccola Val Ridanna.

Vota
Mete & itinerari

Nel nome di Oswald

E’ nata meno di trent’anni fa, ma si ispira a una delle figure più note della storia altoatesina, la Cavalcata von Wolkenstein che alla fine di maggio richiama decine di squadre e migliaia di tifosi nei paesi dello Sciliar. Un appuntamento spettacolare nella altrettanto piacevole cornice della natura primaverile di queste montagne, dove antichi paesi e castelli rievocano un Medioevo tutt’altro che lontano.

Vota
Mete & itinerari

A spasso oltre Atlantico

L’ovest del Canada è una delle mete mondiali più frequentate dal turismo naturalistico, ma i paesaggi delle province orientali non sono da meno, offrendo un’emozionante varietà di incontri e qualche tappa insolita nella storia di queste terre. Eccoci allora ad esplorare, con lo zaino in spalla e la compagnia di alci e balene, una variegata collezione di aree protette fra il New Brunswick, la Nova Scotia, Prince Edward Island e Terranova.

Vota
Mete & itinerari

Un’estate a colori

Sulla costa occidentale della Finlandia, lungo il Golfo di Botnia, si allineano città e paesi di antica impronta marinara e contadina, con le tipiche case in legno dipinto, gli allegri mercati, i bei musei che raccontano l’evoluzione del territorio e dei costumi. Un facile itinerario per una vacanza che piacerà a tutti, con il beneplacito di un popolo caloroso e disponibile.

Vota
Mete & itinerari

Independence Days

Da Boston, splendida capitale atlantica, ai dolci rilievi delle contee occidentali, un itinerario da manuale per tutta la famiglia alla scoperta del Massachusetts: dove gli Stati Uniti hanno mosso i primi passi con i Padri Pellegrini e i protagonisti della Rivoluzione Americana, dove quattro secoli di letteratura hanno prodotto capolavori di fama mondiale, dove si osservano cetacei e farfalle, dove la radio di Guglielmo Marconi trasmise per la prima volta al di là dell’oceano, dove ha studiato Barack Obama

Vota
Mete & itinerari

L’Europa ha un cuore verde

Vere vacanze nella natura a zonzo fra le regioni centrali della Svezia, una terra di boschi senza confini ai piedi delle prime montagne del Grande Nord, e poi sulla costa baltica, con un’appendice marina (o quasi) nell’isola di Gotland. Un viaggio tutto da godere in un paese dove il pleinair trova realmente la sua dimensione ideale.

Vota
Mete & itinerari

La Notte di Valpurga

Il 30 aprile la città di Uppsala festeggia la primavera con sfide sull’acqua, cori, mortaretti e un gigantesco falò.

Vota
Mete & itinerari

Al di là del ponte

Il collegamento stradale e ferroviario sull’Öresund, lo stretto che divide la Danimarca e la Svezia, è diventato una delle vie più battute anche dai turisti in viaggio sulle rotte scandinave. E ha fatto rinascere a nuova vita la città svedese di Malmö, terminal occidentale della mastodontica opera.

Vota
Mete & itinerari

In viaggio con i Romani

Le grandi vie di comunicazione tracciate dagli ingegneri dell’Urbe, vere e proprie autostrade dell’antichità, sono sempre più spesso protagoniste di una riscoperta che le trasforma in nuovi itinerari di turismo. E’ il caso della Via Annia, che nel suo tragitto dalla provincia di Rovigo a quella di Gorizia può fare sfoggio di molte tappe da non perdere: prima fra tutte quel gioiello d’arte, di storia e di fede che è la città di Padova.

La millenaria chiesa di Santa Maria Assunta
Vota
Mete & itinerari

Sulle tracce di Matilde

Da Mantova al Po tra abbazie e chiese millenarie nate dalla munificenza della signora di Canossa. Un itinerario intorno al grande fiume a contatto con storia, natura e paesaggi della Bassa, dove la bici è l’ideale complemento del veicolo abitativo e la sosta è facilitata da inattesi porti di terra.

Vota
Mete & itinerari

L’altra terra

Poco noto e pochissimo frequentato, l’interno del Basso Molise regala al pleinair tutte le soddisfazioni del vero turismo di scoperta: un importante patrimonio culturale e sociale che cerca nuove opportunità per farsi conoscere, un ventaglio di tradizioni popolari che mettono in scena e in tavola i colori e i sapori del mondo agricolo e pastorale, un’accoglienza di stampo antico che vede il viaggiatore protagonista insieme alla gente.

Vota
Mete & itinerari

La forma del latte

Un particolare formaggio a pasta filata è la materia prima delle trecce che a Santa Croce di Magliano, in provincia di Campobasso, ornano il collo e le spalle dei partecipanti alla processione della Madonna Incoronata. Una festa singolare e di antica origine, tra il sacro e il profano, che vede protagonisti gli animali insieme a contadini, mandriani e pastori.

Vota
Mete & itinerari

Piaceri secolari

Su e giù con il v.r. fra i paesi presepio del Vulture, dominati da castelli che hanno fatto la storia del nostro Sud e incorniciati da una natura di generosa e inconsueta bellezza. Mete, paesaggi, incontri di una Lucania da ricordare.

Vota
Mete & itinerari

Acqua e sale

L’estremità nord-occidentale dell’Emilia Romagna si incunea fra Liguria e Lombardia arrivando a toccare il Piemonte: siamo nel territorio delle Quattro Province, che nei millenni ha visto il passaggio di mercanti, pellegrini, eserciti e perfino di note musicali, che si diffondevano nelle valli al suono di pifferi e cornamuse. Un itinerario fra mulini e castelli, non senza qualche variazione sul tema dell’escursionismo, in uno degli angoli più interessanti dell’Appennino Settentrionale.

Vota
Mete & itinerari

Al centro del Medioevo

Alle porte di Siena, i colli della Montagnola e il territorio di Sovicille conservano un patrimonio di architetture storiche fra i più densi di tutta la Toscana. Una piccola avventura fuorirotta tra sentieri immersi nei boschi e strade bianche percorse nei secoli passati da pellegrini e viandanti, per ritrovare la dimensione e le sorprese del viaggio a ritmo lento.

Vota
Mete & itinerari

Torna a Surriento

Con il camper e a piedi dall’estremo lembo meridionale della piana del Vesuvio alle rocce di Punta Campanella, dove i Monti Lattari si protendono nel Tirreno disegnando i celebrati paesaggi della Penisola Sorrentina. Sentieri in quota, suggestive calette e ampi panorami da apprezzare al meglio nel fuoristagione.

Nella processione del Giovedì Santo di Iglesias la statua dell'Addolorata viene portata in visita ai Sepolcri allestiti nelle chiese.
Vota
Mete & itinerari

Passione in bianco e nero

Per tutta la Settimana Santa nel centro storico di Iglesias vanno in scena processioni e rappresentazioni sacre dedicate alla morte e alla resurrezione di Cristo. Ed è come ritrovarsi in un angolo di quella Spagna che dominò la città per secoli, e la cui cultura ha profondamente intriso il sentimento religioso e il folklore della città.

Vota
Mete & itinerari

Una miniera di idee

Fra il Sulcis e l’Iglesiente, punteggiati da vecchi centri minerari oggi divenuti testimonianze di archeologia industriale, si scopre una Sardegna ancora poco battuta, dove mare, sentieri e percorsi sotterranei regalano al pleinair e alla vacanza attiva una ricca scelta di attività e numerose occasioni di visita e di soggiorno.

Vota
Mete & itinerari

Il senso della misura

Tutta o quasi la Corsica in due settimane? Si può fare, naturalmente in camper: evitando con cura di scegliere i mesi estivi, caldi e affollatissimi, e affrontando con cautela ma senza eccessivi timori le strette strade litoranee e dell’entroterra. Si scoprirà così un’immagine diversa della quarta isola del Mediterraneo, che tra fioriture primaverili, villaggi montani, spiaggette nascoste e architetture d’ogni epoca non manca di offrire ghiotte occasioni di sosta in libertà all’accorto turista itinerante.

Vota
Mete & itinerari

A passeggio nell’arcipelago

Salvaguardate da un’accorta tutela ambientale ma aperte a un turismo rispettoso della natura, le isole di Hyères (in particolare Porquerolles e Port-Cros con il suo piccolo parco nazionale) offrono all’escursionista mete e scenari privilegiati. Che si raggiungono in poche decine di minuti di traghetto dalle vicine località balneari della Costa Azzurra.

Una spiaggia solitaria, una corona di scogli, un'agave che punta contro il cielo: sono questi gli scenari che caratterizzano la costa di Cabo de Gata.
Vota
Mete & itinerari

Cabo de Gata: Liberi come una volta

Nel parco di Cabo de Gata, sulla costa mediterranea dell’Andalusia, c’è uno strabiliante deserto sul mare

Vota
Mete & itinerari

Ande misteriose

Alla scoperta delle culture autoctone della Bolivia fra storia, tradizione e folklore.

Vota
Mete & itinerari

Fascino adriatico

D’inverno la costa della Dalmazia, libera dalle masse di villeggianti che la popolano nella stagione balneare, ritrova tutta la sua magia fra le luminose architetture e l’ospitale atmosfera delle città storiche. E anche il turista itinerante trova più facili approdi per una visita tranquilla e densa di piacevoli sorprese