Iscriviti al Club
Area utenti
Vuoi convenzionarti? (per le aziende)

PleinAir | Camper

8 gennaio 2017

Emozioni d’autore

arena-di-verona

Un’importante città d’arte veneta invita a scoprire la sua ricca offerta culturale: insieme a Libero visitiamo musei, palazzi e monumenti di Verona.

Musei Civici di Verona
Iscritto dal 2000 nella lista del patrimonio mondiale dell’Unesco, il centro storico di Verona racchiude elementi artistici di grandissima qualità molti dei quali sono custoditi nel complesso civico museale, che gli amici di Libero possono visitare a una condizione vantaggiosa. occhioranocchio-e1465216977613 ingresso ridotto per l’iscritto al Club del PleinAir

Museo di Castelvecchio Corso Castelvec­chio 2, tel. 045 8062611, www.turismoverona.eu
È il museo più importante di Verona e racchiude una delle maggiori raccolte d’arte italiane: reperti d’epoca paleocristiana, di oreficeria longobarda, opere scultoree dal X al XIV secolo, armi e armature medioevali, dipinti dal Trecento al Settecento. Le opere sono esposte secondo un ordine cronologico nell’imponente fortezza di Castelvecchio, fatta erigere nel 1354 da Cangrande II della Scala.

Museo Lapidario Maffeiano Piazza Bra 28, tel. 045 590087, www.turismoverona.eu
Dopo i Musei Capitolini di Roma è il più antico museo pubblico d’Europa, istituito attorno alla metà del XVIII secolo per volontà del marchese Scipione Maffei, importante figura della cultura settecentesca veronese che considerava le epigrafi delle antichità capaci di trasmettere informazioni importanti sulla storia passata. Si possono ammirare lapidi locali paleovenete, etrusche, romane, greche e cristiane, per poi concludere la visita sopra i portoni della Brà attraverso un collegamento che supera le mura scaligere e offre una splendida veduta sulla piazza.

Museo Archeologico al Teatro Romano Via Regaste Redentore 2, tel. 045 8000360, www.turismoverona.eu
Allestito nell’ex convento quattrocentesco di San Girolamo, raccoglie vasi, mosaici, sculture, oggetti in vetro e utensili provenienti da diverse necropoli, nonché iscrizioni sacre e sepolcrali, parti dell’acquedotto romano tracciato sul ponte Postumio e antichi elementi che formavano le elaborate decorazioni del teatro.

Museo degli Affreschi Giovanni Battista Cavalcaselle Via del Pontiere 35, tel. 045 8000361, www.turismoverona.eu
Dedicato allo storico dell’arte vissuto tra il 1819 e il 1897 che contribuì molto alla conservazione del patrimonio artistico cittadino, il museo custodisce preziosi affreschi realizzati tra il X e il XVI secolo e provenienti dalle facciate di edifici religiosi e privati della città al fine di salvaguardarli. È presente anche il sarcofago in marmo rosso che accolse le spoglie mortali di Giulietta Capuleti.

Casa di Giulietta Via Cappello 23, tel. 045 8034303, www.turismoverona.eu
È forse il luogo di Verona più famoso al mondo, una casa-torre realizzata tra la fine del Duecento e l’inizio del Trecento che la tradizione popolare da sempre ritiene la dimora dei Capuleti o Cappelletti, la famiglia di Giulietta. La chiave di volta dell’arco di accesso raffigura lo stemma di famiglia: un cappello da pellegrino, mentre nel cortile oltre al famoso balcone si può ammirare la statua in bronzo di Giulietta realizzata nel 1968 dall’artista Nereo Costantini.

Arena di Verona Piazza Brà, tel. 045 8003204, www.turismoverona.eu
Icona della città veneta assieme alle figure di Romeo e Giulietta, l’anfiteatro romano risale a un periodo storico compreso tra il I secolo d.C. e presenta un ottimo stato di conservazione grazie ai sistematici restauri operati sin dal Seicento. D’estate ospita il celebre festival lirico dove fanno tappa cantanti e musicisti internazionali.

Galleria d’Arte Moderna Achille Forti Palazzo della Ragione, Corte Mercato Vecchio 6, tel. 045 8001903, www.turismoverona.eu
Situata in uno storico palazzo del XII secolo, ospita le ricche collezioni d’arte del Comune di Verona esposte al pubblico per la prima volta insieme a quelle delle fondazioni Cariverona e Domus. La galleria prende il nome dal mecenate Achille Forti che nel 1937 lasciò in eredità al Comune la maggior parte del suo vasto patrimonio tra cui il palazzo che custodiva la sua ricca collezione d’arte.

Museo di Storia Naturale Palazzo Pompei, Lungadige Porta Vittoria 9, tel. 045 8079400, www.turismoverona.eu
Nelle sale espositive, organizzate nelle sezioni di botanica, geologia e paleontologia, preistoria e zoologia, è raccolto un patrimonio di eccezionale ricchezza che permette di capire l’evoluzione del nostro pianeta e di conoscere meglio la natura.

Torre dei Lamberti Via della Costa 1, tel. 045 9273027, www.turismoverona.eu
Una delle torri superstiti del Palazzo della Ragione o del Comune, eretta in tufo e cotto nel 1172 dalla famiglia Lamberti, di cui non si conosce praticamente nulla. Alla fine del Duecento vi furono collocate due campane: la prima suonava la fine del lavoro per gli artigiani e dava l’allarme in caso d’incendio, mentre la seconda radunava il consiglio comunale e richiamava i cittadini alle armi in caso di pericolo. Nella metà del Quattrocento venne innalzata fino a raggiungere gli attuali 84 metri, e alla fine del Settecento venne aggiunto il grande orologio.

eventi PleinAirClub
Newsletter
app PleinAirClub

Continuate a condividere su Facebook e Instagram

facebook
Punto Direttore