Abbonati alla rivista
Area utenti

PleinAir | Viaggio

Orbetello Grosseto - Toscana, Italia

Preziosi segreti – Toscana: dune di Maremma

Testo di Gabriele Salari Foto dell'autore e dell'Archivio Corpo Forestale dello Stato | PleinAir 449 – Dicembre 2009
In pratica Vai alla mappa
la pineta della Feniglia lungo la costa grossetana

2 maggio 2014

Qui la natura è per tutti. La riserva della Duna Feniglia è infatti una delle sedici, tra quelle gestite dalla Forestale, che offrono un percorso naturalistico per i diversamente abili: tredici stazioni, unite da un corrimano, nelle quali chi è privo della vista può percepire i molteplici aspetti di questo ambiente. Dalla forma delle piante alle orme degli animali che popolano la pineta, dalla consistenza della corteccia arborea ai profili delle foglie, si può imparare a conoscere un’essenza verde toccandola o annusandola. Oltre a questo itinerario sono presenti anche tre osservatori ornitologici, liberamente raggiungibili a piedi o in bicicletta, e un percorso ginnico lungo la strada centrale.

Dune nei pressi di Orbetello

Dune nei pressi di Orbetello

Ci troviamo sul più meridionale dei tomboli, lunghe strisce di sabbia, che collegano la Laguna di Orbetello al promontorio di Monte Argentario. Il taglio dell’originaria foresta mediterranea e il pascolo smodato erano stati causa di seri problemi sanitari, in quanto le sabbie trasportate dai venti si accumulavano nella laguna creando vaste aree umide e poco profonde dove prosperava la zanzara anofele, portatrice della malaria. Nel 1910, attraverso azioni di esproprio, la Feniglia pervenne al Demanio Forestale e dall’anno successivo presero avvio i lavori di riforestazione della duna: negli ultimi cinquant’anni sono stati rimboschiti circa 460 ettari, dei quali la maggior parte con pino domestico. Non è impossibile vedere i daini, di cui i Forestali stimano ci siano 200 esemplari, e d’inverno è frequente anche il cinghiale che si inoltra nell’area cercando scampo dai cacciatori. A pochi chilometri il traffico dell’Aurelia, le ville di Ansedonia da un lato e di Porto Ercole dall’altro, ma sulla duna, tra cielo e mare, è tutta un’altra cosa.

 

 

In pratica

Informazioni utili
Alla Feniglia si arriva dalla S.S. 1 Aurelia seguendo le segnalazioni all'altezza di Orbetello. Adiacenti all'imbocco ovest della duna ma ad apertura stagionale il camping Feniglia (tel. 0564 831090, www.campingfeniglia.it, info@campingfeniglia.it, da inizio marzo a fine settembre) e l'area di sosta Le Miniere (tel. 0564 833570, www.areasostacamperleminiere.com, info@areasostacamperleminiere.com, da inizio aprile a fine settembre). Nei mesi invernali si può cercare una postazione di sosta nei parcheggi adiacenti agli stabilimenti balneari, mentre per il pernottamento è aperto tutto l'anno il Parco Sosta Lanini in località Santa Liberata, sulla strada che percorre il Tombolo della Giannella (tel. 0564 820102 o 360 709528).
Per saperne di più ci si può rivolgere all'Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Follonica (tel. 0566 40019 o 0566 834086, utb.follonica@corpoforestale.it).

Mappa


Altre Mete e Itinerari

Leggi tutte le Mete e gli Itinerari
Punto Direttore
app PleinAirClub
iltropicodelcamper
movimentoturismovino
POI Garmin
Scarica