Abbonati alla rivista
Area utenti

PleinAir | Viaggio

Montefiascone Viterbo - Lazio, Italia

Montefiascone, terrazza vista lago

Testo e foto di Adriano Savoretti | PleinAir 508

Galleria fotografica In pratica Vai alla mappa
Dalla Torre del Pellegrino, eretta sul contrafforte meridionale della Rocca dei Papi la vista spazia fino al Lago di Bolsena e alle due isole Martana e Bisentina

11 novembre 2015

Weekend a spasso nella storia sulle orme di pontefici e imperatori in compagnia di un buon bicchiere del celebre bianco locale.

Posta sulla Via Francigena alla confluenza delle più importanti vie di pellegrinaggio che dal nord dell’Europa portavano a Roma, la cittadina di Montefiascone – il Mons Faliscorum dell’antico popolo italico dei Falisci – è conosciuta in particolare per la produzione del suo famoso Est! Est!! Est!!!, il vino Doc dal curioso nome che ha origine dalla leggenda nata in occasione dell’incoronazione di Enrico V di Germania a imperatore del Sacro Romano Impero. Le campagne circostanti, il cui terreno deve la sua fertilità e l’abbondanza dei preziosi sali minerali alle remote eruzioni dell’esteso sistema vulcanico dei Monti Volsini, sono state da sempre eccellenti per la coltivazione della vite, come è testimoniato fin dai tempi degli Etruschi.

Panorama di Montefiascone

Panorama di Montefiascone

Oltre alla prospera terra, anche la posizione privilegiata di Montefiascone sulla Cassia, prossima a Roma e a 600 metri di altezza sulla cinta dell’antico cratere ora occupato dal Lago di Bolsena, il più grande specchio d’acqua vulcanico d’Europa, è stata il motivo della sua importanza storica e dell’assidua frequentazione da parte di personaggi illustri quali papi, imperatori e artisti. Si può dire che il borgo è una vera e propria terrazza sulla Tuscia, da cui la vista spazia sui Monti Cimini verso Viterbo e su tutta l’azzurra estensione del Lago di Bolsena interrotta solo dalle due isole, la Bisentina e la Martana. L’impianto urbano, ricco di edifici storici, ben testimonia l’importante ruolo ricoperto quando fu diocesi sotto Urbano V per poi diventare, verso la fine del ‘600, uno dei principali poli culturali italiani grazie all’opera del cardinale Barbarigo.

Dalla Rocca dei Papi

Montefiascone: Rocca dei Papi

Montefiascone: Rocca dei Papi

La nostra visita inizia dal punto più alto della città, la Rocca dei Papi, l’antica fortezza eretta da Innocenzo III alla fine del XII secolo a difesa del borgo. Rimaneggiata più volte sotto i pontificati di Urbano IV e Martino IV fu definitivamente ristrutturata nel 1516 su commissione di Leone X de’ Medici, dal famoso architetto Antonio da Sangallo il Giovane che la adeguò alla tecnologia bellica dell’epoca.

Un interno del Museo Antonio da Sangallo

Un interno del Museo Antonio da Sangallo

All’interno della rocca, il Museo dell’Architettura di Antonio da Sangallo il Giovane illustra l’opera dell’artista rinascimentale nell’Alto Lazio attraverso riproduzioni di documenti originali, plastici e calchi in gesso. Nel cortile diversi scavi archeologici hanno portato alla luce alcuni interessanti reperti presumibilmente attribuibili a dei templi etruschi, a testimonianza del costante insediamento fin dai tempi più remoti sul colle su cui si erge Montefiascone.

Monumento ai pellegrini

Monumento ai pellegrini

Dell’originale sviluppo in verticale dell’antica fortezza oggi sono rimasti i ruderi della torre angolare Sud (denominata Torre del Pellegrino), recentemente restaurata, dalla cui sommità raggiungibile con una scala metallica è possibile avere una veduta panoramica sulla piana di Viterbo e sul Lago di Bolsena. Da questa posizione è anche meravigliosa la vista della bellissima cupola della cattedrale di Santa Margherita, la terza per grandezza in Italia dopo quelle di San Pietro a Roma e di Santa Maria del Fiore a Firenze, capolavoro di architettura realizzato nella seconda metà del ‘600 da Carlo Fontana. All’interno della chiesa è possibile ammirare gli affreschi che decorano il soffitto della cupola, realizzati nel 1890 da Luigi Fontana, oltre a una pala in terracotta invetriata di scuola robbiana e una statua marmorea di Santa Margherita del XIII secolo.

La cripta di Santa Lucia dei Filippini

La cripta di Santa Lucia dei Filippini

Una ripida scala che attraversa un cunicolo permette l’accesso alla suggestiva cripta di Santa Lucia Filippini, di forma circolare racchiusa da otto archi, al centro della quale si trova il pregevole altare dello scultore Dante Ruffini che custodisce le spoglie della santa. Lungo le nicchie perimetrali sono poste le bellissime terrecotte della Via Crucis, opera dello scultore Mario Vinci.

Chiesa di San Flaviano

Chiesa di San Flaviano

Probabilmente l’edificio religioso più caro agli abitanti del luogo è l’antica basilica di San Flaviano, in stile romanico- gotico. Di particolare importanza nel passato, trovandosi all’incrocio dei principali itinerari percorsi dai pellegrini diretti a Roma, la costruzione è composta da due chiese sovrapposte e diversamente orientate. Alla più antica in stile romanico, risalente al 1032 ed eretta in nome del martire Flaviano, fu sovrapposta all’inizio del XIV secolo la struttura gotica. San Flaviano è il simbolo dello strettissimo rapporto instauratosi tra la Chiesa e Montefiascone: dal suo loggiato rinascimentale i pontefici si mostravano alla folla dei pellegrini per impartire la tanto agognata benedizione.

Buono da morire

Correva l’anno 1111 e il nobile prelato Johannes Defuk (o De Fugger) era al seguito del suo sovrano Enrico V in cammino verso Roma per essere incoronato Imperatore del Sacro Romano Impero. Per il cavaliere, grande estimatore del buon vino, era l’ottima occasione per scoprire le delizie delle vigne che si trovavano sul cammino verso l’Urbe. Con teutonica efficienza si faceva precedere dal suo servitore Martino, che aveva il compito di esplorare e certificare con la parola Est! (Vinum bonum est) la presenza di un vino di qualità. Giunto a Montefiascone il servo assaggiò il bianco locale e rimase così estasiato da fregiarlo con un Est! Est!! Est!!! Martino aveva scoperto una vera delizia, e fu così che il nobile Defuk prolungò la sua permanenza nella città per godere di tanta grazia finché, per il troppo bere, passò a miglior vita. Fu sepolto nella chiesa di San Flaviano dove tuttora è visibile la sua tomba, sulla cui lapide è incisa l’iscrizione “EST EST EST. A causa di troppo EST qui è morto il mio signore Johannes Defuk”. Ogni anno ad agosto, in occasione della Fiera del Vino, un corteo in costume anima le vie di Montefiascone in ricordo del nobile prelato, tangibile esempio di quanto sia saggio, ieri come oggi, seguire il monito di bere con moderazione.

In pratica

Montefiascone: Area camper

DOVE SOSTARE
Situata a soli 500 metri dal centro storico la Cantina Sociale di Montefiascone dispone di un’area camper gratuita e ben recintata in grado di accogliere circa 70 veicoli. Realizzata con il supporto dell’amministrazione comunale e situata in posizione panoramica, è dotata di acqua, colonnine per la corrente elettrica e pozzetto di scarico. La cantina, l’area di sosta e il punto vendita prodotti sono sempre aperti, anche nei giorni festivi; i gestori organizzano su richiesta degustazioni, visite della cantina e un servizio navetta per gruppi. L’accesso è dalla Via Cassia, all’altezza del cimitero (Via Grilli 2, tel. 0761 826148 o 327 8618533, www.cantinamontefiascone.it, estestest@tin.it). Sconto del 10% sull’acquisto di vino.

COSA VISITARE
Museo dell’Architettura di Antonio da Sangallo il Giovane, Piazza della Rocca, tel. 0761 832060, museosangallo@comune.montefiascone.vt.it (apertura ore 10/13 e 16/19, lunedì chiuso).

INDIRIZZI UTILI
Ufficio Turistico, Piazza Vittorio Emanuele, tel. 0761 832060. Fiera del Vino, www.fieradelvinomontefiascone.it, info@fieradelvinomontefiascone.it.

Galleria fotografica

Dalla Torre del Pellegrino, eretta sul contrafforte meridionale della Rocca dei Papi la vista spazia fino al Lago di Bolsena e alle due isole Martana e Bisentina Panorama di Montefiascone Montefiascone: Rocca dei Papi Chiesa di San Flaviano Monumento ai pellegrini Un interno del Museo Antonio da Sangallo La cripta di Santa Lucia dei Filippini Montefiascone: Area camper

Mappa


Altre Mete e Itinerari

Leggi tutte le Mete e gli Itinerari
Punto Direttore
app PleinAirClub
iltropicodelcamper
movimentoturismovino
POI Garmin
Scarica