Abbonati alla rivista
Area utenti

PleinAir | Viaggio

Molveno (TN) - Trentino Alto Adige, Italia

Una vacanza con i fiocchi

Roy Berardi | PleinAir 534

Galleria fotografica In pratica Vai alla mappa
La pista Nuvola Rossa di Andalo regala ampie vedute sulla Val d’Adige

19 febbraio 2018

Cercate un luogo facilmente raggiungibile per dedicarvi allo sci con la famiglia? Tra Molveno, Andalo e l’Altopiano della Paganella troverete gli ingredienti per un’indimenticabile vacanza pleinair.

Benvenuti nel comprensorio di Andalo-Fai della Pa­ganella, con la vicinissima Molveno bagnata dal pittoresco lago: siamo sul romantico altopiano tra il versante orientale delle Dolomiti di Brenta e il massiccio di Fai della Paganella che incombe a precipizio sulla Val d’Adige, a una trentina di chilometri dall’uscita del casello autostradale di Trento Nord.

Chi cerca una sistemazione invernale alternativa al cam­ping trova una comoda e spaziosa soluzione nel parcheggio camper predisposto a duecento metri dal centro storico di Andalo, nella zona degli impianti Laghet (seguire la strada per Molveno e girare a sinistra per Via Laghet). Qui ci sono un campo scuola per bambini e un facile skilift, e da qui con la telecabina degli impianti Valle Bianca si sale ai 1.400 metri dei prati di Gaggia (altro campo scuola con seggiovia). Poi con tre seggiovie quadriposto si prosegue verso il Passo Sant’Antonio: in quota si può contare su tre lunghe, belle e facili piste azzurre ma anche sulla presenza della Malga Terlago, a pochi metri dall’arrivo degli impianti.

Dal centro storico di Andalo c’è un altro collegamento che raggiunge i 2.125 metri di Cima Paganella e le relative piste: una telecabina per il Doss Pelà e tre seggiovie. Da non perdere, se il tempo è buono, l’escursione a piedi verso la vetta e il Rifugio La Roda, da cui si godono vedute davvero mozzafiato: a nord si vedono il Monte Bondone e il Lago di Garda di Torbole, a ovest dominano le Dolomiti del Brenta, a sud si apre uno splendido panorama sull’al­topiano e sulla Val di Non, punteggiati da nitidi paesini e da distese di vigne e coltivazioni di mele.

Da lassù si snoda in direzione di Andalo la pista rossa Olimpionica 3, una delle più godibili da noi provate grazie alla pendenza bilanciata dalla larghezza e dalla perfetta “pettinatura”; all’arrivo si può proseguire con gli sci ai piedi verso Andalo centro o Piazzale Laghet attraverso un intreccio di piste rosse e azzurre; oppure optare per l’unica nera, la Olimpionica 2 o Pista dei Campioni, tracciato di allenamento della Nazionale di Norvegia dove ogni anno si svolgono due slalom giganti della Coppa Europa Fem­minile di Sci Alpino.

In località Pian Dosson sciatori e snowboarder possono divertirsi anche di notte sulle nevi della pista Cacciatori 1 e sull’attrezzatissimo snowpark. La Cima Paganella è direttamente collegata con tre seggiovie quadriposto anche al borgo di Fai della Paganella, in pratica il terzo modulo sciistico del consor­zio Paganella Ski; qui l’innevamento programmato garantisce l’utilizzo di tutti i tracciati. È particolarmente spettacolare la pista Nuvola Rossa che, soprattutto nella parte alta, regala spettacolari vedute sulla Val d’Adige e la Val di Non.

Nel periodo invernale la piazzetta del centro storico di Andalo diventa la suggestiva cornice di Andalo Paese nel Bosco, una sorta di villaggio arredato di piante alpine, casette di legno, cataste di legname e Officina degli Elfi, con tanto di fuoco acceso per riscaldarsi e assaggi di vin brûlé. Il Camping Andalo è collocato in un luogo ideale, pianeggiante e vicino al laghetto. Attigua la partenza della pista da fondo (a paga­mento), qui facilissima: il primo circuito, quasi pianeggiante, copre l’intera superficie del laghetto carsico di Andalo per un totale di due chilometri e mezzo. È possibile sciare anche la sera fino alle 21; a disposizione dei principianti c’è il campo scuola dove si possono seguire lezioni private o corsi collettivi, con noleggio attrezzatura e spogliatoi. Proseguendo nel bosco del Parco Naturale Adamello-Brenta, verso la località Priori si dirama il secondo percorso di 3,7 km con un dislivello di circa 140 metri.

Per l’après ski si possono utilizzare i vicinissimi i servizi del Centro sportivo polivalente di Andalo, con lo Stadio del Ghiaccio e il Centro Piscine che dispone di zona idro­massaggio e solarium attrezzato.

A circa sette chilometri da Andalo in direzione nord-est, Fai della Paganella si estende su un ampio terrazzo tra la Paganella e il Monte Fausior, in un pittoresco belvedere. Località dalle radici antichissime, fu uno dei centri più importanti della’arcaica civiltà alpina dei Reti; in località Valico Santel (1.030 m), a circa 800 metri dall’abitato, si trova la partenza degli impianti di risalita.

Tra il lago e la foresta
Tornati ad Andalo basta seguire la SS 421 per una decina di chilometri per raggiungere la cittadina di Molveno (864 m), sull’omonimo lago (vedi PleinAir n. 516/517). Affacciata sul bacino, la montagna del Pradel è una magnifica terrazza a quota 1.350 m, da cui si può proseguire verso i 1.525 m del Rifugio La Montanara. Il collegamento dal paese con la funivia nel periodo invernale è in funzione soltanto durante il ponte dell’Immacolata e le feste natalizie; in alternativa è possibile salire direttamente da Molveno con le ciaspole o gli sci da scialpinismo per dedicarsi a splendide escursioni verso il cuore del Parco Naturale Adamello Brenta.

Tornati a Molveno, è bellissima la collocazione sul lago del Camping Spiaggia, nelle vicinanze del meraviglioso percorso pedonale e per biciclette lungo poco più di 11 chilometri che percorre il periplo del lago. D’inverno è in funzione anche una pista all’aperto per il pattinaggio su ghiaccio.

Di fronte al campeggio di Molveno è visitabile la cin­quecentesca segheria Taialacqua, sezione en plein air del museo etnografico, di nuovo in funzione con l’acqua del Rio dei Molini (d’inverno occorre prendere appuntamento contattando il numero 0461 586936). Poco lontano sorge la chiesa romanica di San Vigilio, risalente al XIII secolo, ben restaurata, con stupendi affreschi che adornano la facciata anteriore e magnifico portale tardogotico.

Sulla strada statale tra Cavedago e Spormaggiore, da vedere gli affascinanti ruderi di Castel Belfort, in via di recupero. Il maniero panoramico è già visitabile (allestito all’interno un percorso informativo): protagonista di avven­turose e alterne vicende, da quando nacque come Torre di guardia ai primi del 1300, sul nuovo percorso tra la Valle del Sarca e l’area di Trento.

In pratica

DOVE SOSTARE

Andalo
Camping Andalo, Viale del Parco 4, tel. 0461 585753 www.andalogestioni.it, campeggio@andalogestioni.it. Apertu­ra annuale.
Parcheggio camper presso gli impianti di risalita Valle Bianca in Località Laghet (a pagamento, possibilità di approvvigionamento idrico e sca­rico cassettina, no energia elettrica; info tel. 0461 585891).

Molveno
Camping Spiaggia Via Lungolago 27, tel. 0461 586978, www.campingmolveno.it, camping@molveno.it; chi deve rag­giungere impianti sciistici può servirsi degli ski-bus.
Area attrezzata presso il campo sportivo in Località Ischia (a paga­mento, acqua e scarico feflui, energia elettrica, area verde, barbe­cue; info c/o uffici Campeggio tel. 0461 586978).

DOVE MANGIARE

I ristoranti e i rifugi del comprensorio Andalo-Paganella propon­gono la cucina tipica dell’altopiano e i piatti della tradizione tren­tina. Chi desidera abbinare in modo simpatico le degustazioni al movimento può partecipare a una delle Ciaspolate Gourmet con partenza dal punto vendita dell’Apicoltura Castel Belfort di Andalo (Via Crosare 2, tel. 0461 585807) e tappe al Rifugio La Montanara (tel. 0461 505603) e Casina Bruniol (tel. 347 6674824).
Fra i piatti tipici proposti dai cuochi del territorio segnaliamo gli spatzle alle erbette di montagna conditi con burro fuso e speck, il risotto ai mirtilli mantecato al Vezzena, gli gnocchetti con bur­ro fuso e coniglio al rosmarino e le frittelle di mele trentine con mirtilli di bosco caldi.

IMPIANTI DI RISALITA E PISTE DI FONDO

Biglietterie Telecabina Andalo centro, tel. 0461 585869; Andalo Laghet-Prati di Gaggia, tel. 0461 585891; Seggiovia Fai della Pa­ganella, tel. 0461 583292.
Centro Fondo Andalo Life Park, tel. 0461 585776, www.andalolifepark.it, info@andalolifepark.it.
Il Rifugio La Montanara è collegato d’inverno con la funivia soltan­to durante il ponte dell’Immacolata e durante le festività natalizie. Negli altri periodi può essere raggiunto a piedi con le ciaspole in circa un’ora e mezza da Molveno o da Andalo (da quest’ultima lo­calità è disponibile anche salire con il gatto delle neve telefonando al numero 348 7289560 o scrivendo a riflamontanara@virgilio.it).

TRASPORTI PUBBLICI

Le località di Andalo, Molveno e Fai della Paganella sono colle­gate con un frequente servizio di bus-navetta; per conoscere gli orari basta consultare la pagina consultando www.visitdolomitipaganella.it/it/trasporti-autobus-skibus-navetta.

INDIRIZZI UTILI

Azienda per il Turismo Dolomiti Paganella, www.visitdolomitipaganella.it.
Ufficio di Andalo, tel. 0461 585836.
Ufficio di Molveno, tel. 0461 586924.
Ufficio di Fai della Paganella, tel. 0461 583130.
Parco Naturale Adamello Brenta, tel. 0465 806666,
www.pnab.it.

Galleria fotografica

Mappa


Altre Mete e Itinerari

Leggi tutte le Mete e gli Itinerari
Punto Direttore
agricamping estgarda
iltropicodelcamper
app PleinAirClub
POI Garmin
Scarica