Abbonati alla rivista
Area utenti

PleinAir | Viaggio

Nocciano - Abruzzo, Italia

Un brindisi lungo il tratturo


Vai alla mappa
Bosco Nestore  cantina

24 luglio 2018

Antichi vitigni, cantine d’eccellenza, musei del vino: seguendo il Tratturo Magno torniamo in terra abruzzese per scoprire luoghi e sapori legati alla transumanza

C’è un filo antico che collega il piazzale della basilica di Collemaggio, nel cuore dell’Aquila, alla Regia dogana della Mena delle pecore di Foggia: stiamo parlando del Tratturo Magno, secolare via di comunicazione intorno alla quale si sono sviluppate co­munità rurali che ancor oggi affondano le radici nel patrimonio sociale, economico e culturale del rito della transumanza. Non a caso fra i prodotti di questa terra spicca il Pecorino, un antico vitigno che deve il nome forse alla forma allungata dei grappoli che ricorda la testa delle pecore, o forse alla dolcezza dei suoi grappoli di cui le greggi durante la mi­grazione erano ghiottissime.

Cantine Mucci

Cantine Mucci

Ma è tempo di metterci in marcia. Dal capoluogo abruzzese, dopo aver percorso l’incantevole Piana di Navelli ed esse­re scesi dalla Forca di Penne, si arriva a Nocciano in provincia di Pescara. Vale la pena fermarsi a visitare l’azienda agricola Chiusa Grande dove Franco D’Eusanio conduce i visitatori alla scoperta della “Vinosophia”, il principio secondo il quale i vini nascono nella testa come emozioni poi tradotte in proprietà organolettiche nella cantina. Poco distante si trovano le cantine Bosco Nestore, tra le più antiche d’Abruzzo: qui Stefania Bosco, nel percor­so di visita al Museo del Vino, narra con passione la storia centenaria storia della sua famiglia, indissolubilmente legata al prezioso nettare.

Continuando a seguire idealmente il tratturo si giunge a Rosciano. L’azienda Marramiero, conosciuta per i suoi eleganti vini rossi, ha voluto dedicare al tratturo il suo Pecorino IGT dal nome Sessanta Passi, ispirandosi alla larghezza del tratturo misurata in passi napoletani, antica unità di misura dell’Italia Meridionale.

A Chieti, lungo la suggestiva Strada Pignatari, è possibile visitare le Cantine Maligni che hanno fatto della cultura dell’accoglienza una bandiera: schierato in prima linea c’è il giovane Fabio Tomei, consigliere del direttivo del Movimento Turismo del Vino Abruzzo. Attraversate le terre che un tempo erano dei Marrucini e Frentani si arriva al mare. A Torino di Sangro, nel cuore della costa dei Trabocchi, si possono visitare le Cantine Mucci, circondate da splendi-di vigneti e a pochi passi dal mare, dove la famiglia Mucci produce vino sin dal 1895 grazie all’intraprendenza del visionario Don Luigi (MTV Abruzzo, Corso Matteotti 1, Ortona-CH, tel. 388 4726357, www.movimentoturismovinoabruzzo.it, abruzzo@movimentoturismovino abruzzo.it).

Tappe da non mancare

Chieti Maligni Strada Pignatari 3, tel. 0871 440906, www.maligni.it.
Nocciano Bosco Nestore Contrada Casali 147, tel. 085 847345, www.nestorebosco.com.
Chiusa Grande Contrada Casali tel. 085 847460, www.chiusagrande.it.
Rosciano Marramiero Contrada Sant’Andrea 1, tel. 085 8505766, www.marramiero.it.
Torino di Sangro Cantine Mucci Contrada Vallone di Nanni 65, tel. 0873 913366, www.cantinemucci.com.

Mappa


Altre Mete e Itinerari

Leggi tutte le Mete e gli Itinerari
Punto Direttore
iltropicodelcamper
app PleinAirClub
POI Garmin
Scarica