Abbonati alla rivista
Area utenti

PleinAir | Viaggio

Scorrano (LE) - Puglia, Italia

M’illumino di luglio

Massimiliano Rella | PleinAir 539

Galleria fotografica In pratica Vai alla mappa
La folla immortala un’imponente struttura di luminarie nel centro di Scorrano

4 luglio 2018

La festa della patrona Santa Domenica è l’occasione per un finesettimana indimenticabile: a testa in su ci si immerge in un mare di piccole luci che disegnano strutture fantastiche, costruzioni da fiaba e architetture uniche.

La Festa delle Luminarie è un evento che attira oltre duecentomila turisti nel piccolo comune salentino che conta appena settemila abitanti. I sei giorni d’incanto si svolgeranno quest’anno dal 5 all’8 luglio: un’occasione da non perdere anche per concedersi un po’ di mare nelle vicine spiagge dello Jonio e dell’Adriatico.

La protagonista è Santa Domenica, celebrata con funzioni religiose e proces-sioni. Ma appena cala il crepuscolo il sa-cro cede il passo a una festa dal sapore pagano, ricca di musica, bancarelle e tanta luminosa bellezza. Il rito celebra l’apparizione della santa originaria di Tropea, in Calabria, martirizzata nel 287 dopo Cristo. Fu lei, nel 1600, ad apparire in sogno a un’anziana del paese promettendo di salvare il popolo dalla peste: in cambio del miracolo chiese che ogni persona guarita accendesse un lumino in suo ricordo. Ispirandosi alle impalcature costruite qualche anno prima per la visita a Scorrano da parte della regina di Polonia Bona Sforza, in seguito alla guarigione gli abitanti cominciarono a celebrare Santa Domenica con strutture di fiori e candele; in seguito con l’avanzare della modernità si passò alle lampade a olio, poi a quelle a incandescenza fino ad arrivare, nel 2007, alle lampadine a led a basso consumo.

Il nucleo delle celebrazioni è la Chiesa Madre, struttura barocca costruita a cavallo tra il XVI e il XVII secolo racchiusa in un edificio in pietra leccese, dove la santa viene rivestita dai fedeli di gioielli e banconote, sotto forma di donazioni per la festa che gli scorranesi cominciano a organizzare alcuni mesi prima. La raccolta avviene anche con collette in strada, casa per casa, piccole offerte in buste che sembrano santini o versamenti occasionali ai volontari che s’aggirano in paese offrendo piccole scatole con l’icona di Santa Domenica.

Il centro pagano della festa è invece Piazza Vittorio Emanuele, affollata da bancarelle di prodotti tipici, arti-gianato religioso, souvenir e street food.

 

Professionisti delle luminarie
Un aspetto poco conosciuto che si cela dietro la Festa di Santa Domenica è la presenza, a Scorrano e nei paesi più vicini, di un comparto artigianale composto da una quindicina di aziende specializzate nella realizzazione di luminarie, laboriose strutture esportate in tutto il mondo e spesso adattate anche per settori lontani dalla religione e dal folklore delle feste di paese, come la moda, il design o l’arredamento. L’evento è l’occasione per alcuni di questi imprenditori di mettersi in mostra con opere di fantasia grandiose, alte anche più di trenta metri.

In pratica

DOVE SOSTARE
Al momento di andare il stampa il Comitato Festa di Santa Domenica ci fa sapere che la zona parcheggi non è ancora definita, ma con molta probabilità rimarrà quella degli anni precedenti, con accesso da Via Muro nei pressi della zona industriale.
Supersano
Casale Sombrino
, SS 476 Km 35, tel. 0833 631273 o 347 2702176, www.sombrino.it sconto 10% sull’acquisto di prodotti

DOVE MANGIARE
Botrugno Locanda dei Camini, Via Vittorio Emanuele 36, tel. 0836 993733 o 347 1653012, www.lalocandadeicamini.it. Chiuso il lunedì.
Supersano Le Stanzìe, Strada Provinciale 362 Km 32.9, tel. 0833 632438, www.lestanzie.it. Aperto su prenotazione.
Surano Trattoria La Bersagliera, Via 2 Luglio 3, tel. 0836 938236 o 345 7953080.

PRODOTTI TIPICI
In attesa della sera si possono assaggiare piatti e dolci tipici, come gli spettacolari pasticciotti leccesi, barchette di pastafrolla ripiene di crema: imperdibili quelle del laboratorio di Ascalone (tel. 0836 566009), a Galatina. Proprio a Scorrano, nascosta in un palazzo nobiliare del centro storico c’è la cantina Duca Carlo Guarini (tel. 0836 460257, www.ducacarloguarini.it) che produce vino Negroamaro, olio, deliziose conserve di pomodoro e altre leccornie. Ultima novità del produttore Giovanni Guarini è invece il Piccolebolle, primo spumante aziendale da uve negroamaro, dai riflessi dorati e brillanti, perlage sottile e sentori agrumati, prodotto e spumantizzato con metodo Martinotti. A pochi chilometri, nel centro di Maglie, l’altro indirizzo da non perdere è quello del pastificio artigianale Benedetto Cavalieri ( tel. 0836 484144, www.benedettocavalieri.it) attivo dal 1918, ormai alla quarta generazione. Impiegando miscele di semole di grani duri selezionati produce oltre quaranta formati di pasta, dagli spaghettoni lunghi oltre un metro alle ruote pazze, simili a rondelle con raggi interni che trattengono bene il condimento.

INDIRIZZI UTILI
Scorrano Comitato Festa di Santa Domenica, www.santadomenicascorrano.it.
Comune, www.comune.scorrano.le.it.
Luminarie De Cagna, Via Nuova Lecce, tel. 335 6696250, www.decagna.com.
Corigliano d’Otranto Mariano Light Zona artigianale, tel. 0836 471083, www.marianolight.it.
Alessano Luminarie Santoro, ViaTagliamento13, tel. 0833782200, www.luminariesantoro.com.

Galleria fotografica

Mappa


Altre Mete e Itinerari

Leggi tutte le Mete e gli Itinerari
Punto Direttore
iltropicodelcamper
app PleinAirClub
POI Garmin
Scarica