Abbonati alla rivista
Area utenti

PleinAir | Viaggio

Coriano Rimini - Emilia Romagna, Italia

Pleinair e Sangiovese

Roy Berardi | PleinAir 543

Galleria fotografica In pratica Vai alla mappa
Il nucleo storico di Coriano dominato dalla parrocchiale di Santa Maria Assunta: da queste colline lo sguardo spazia fino all’Adriatico

16 ottobre 2018

A una manciata di chilometri dalla riviera romagnola, Coriano è la meta giusta per un finesettimana tra escursioni all’aria aperta e un’offerta enograstronomica di qualità.

Dalla sommità del colle di Coriano il mare Adriatico è lontano in linea d’aria meno di dieci chilometri, ma la distanza che si percepisce è immensamente superiore: il circo rivierasco è qui solo una muta e pittoresca striscia blu nell’orizzonte. Si arriva presto, salendo da Rimini, o ancor più velocemente dall’uscita del casello autostradale di Riccione: i borghi e i paesi dell’entroterra riminese sono quasi tutti collocati su caratteristici percorsi di cresta e di crinale che scendono dall’Appennino verso il mare, un fertile anfiteatro circoscritto dai profili di San Marino, Carpegna e le altre cime del Montefeltro.

Coriano è la cittadina più grande e importante della zona e tiene ancora viva la sua tradizione agricola e contadina. Negli ultimi quindici anni, grazie al rinnovamento generazionale e all’introduzione di moderne tecnologie, è stata protagonista di una grande riscossa sul piano qualitativo, specialmente nei due principali prodotti territoriali: l’olio extravergine di oliva e il Sangiovese di Romagna. Investimenti privati e interventi pubblici stanno ridisegnando il profilo di queste colline: alle piantagioni di ulivi centenari spesso contorti s’in-frammezzano sempre più spesso suggestive distese di vigneti, tanto che Enrico Santini – cultore e protagonista della tradizione enogastronomica del territorio – non esita a definire Coriano la “Montalcino di Romagna”.

Marmitte e Malatesta

Nel corso del nostro incontro con la sindaca Domenica Spinelli le spieghiamo che siamo qui per proporre un modello di visita a chi come noi ama spostarsi con il veicolo abitativo. Ci rendiamo subito conto che a Coriano l’abitar viaggiando è ben accetto: per le soste brevi al momento ci si può fermare senza problemi nel centro cittadino o, meglio ancora, nel parcheggio fra la chiesa e il cimitero. «Abbiamo in programma la realizzazione di un’area attrezzata camper nell’ambito di un progetto che prevede la promozione turistica del luogo anche per gli amanti del trekking, del cicloturismo e delle passeggiate nella natura» afferma la prima cittadina del borgo romagnolo.

L’itinerario ha inizio sotto i portici con una visita al museo dedicato a Marco Simoncelli, il campione di motociclismo scomparso tragicamente nel 2011 durante la tappa del MotoGP di Sepang: qui si possono ammirare vecchie fotografie, cimeli e trofei. Poco distante, sempre in ricordo dell’amato concittadino, è stato istallato un bruciatore che ogni domenica al tramonto incendia l’aria per cinquantotto secondi: cinquantotto come il numero sul cupolino della moto del Sic.

Il programma della visita procede con i resti del castello malatestiano, di cui rimangono le imponenti fortificazioni e la porta di accesso restaurata. Il complesso è documentato sin dalla metà del XIV secolo, quando la curia di Ravenna donò il Castrum Coriliani ai Signori di Rimini che lo ampliarono con una nuova cinta muraria. Fu quindi annesso agli inizi del XVI secolo allo Stato Pontificio e poi donato alla famiglia Sassatelli di Imola: non a caso l’insegna nobiliare che campeggia sul portale d’ingresso è divenuta lo stemma del comune. Questo suggestivo spazio è oggi il cuore pulsante della vita culturale della cittadina e include una mostra permanente di reperti e testimonianze della storia locale.

Una meta di particolare interesse è il Museo Elisabettiano presso il convento Maestre Pie dell’Addolorata che ospita una raccolta di documenti e una mostra dedicata alla fondatrice, Beata Elisabetta Renzi, qui sepolta, nonché alcuni lavori di artigianato realizzati nel convento.

Terra di vini

Tra le eccellenze di questo territorio merita una menzione speciale la Tenuta Santini, un’azienda vinicola dove è in funzione da alcuni anni una comoda area attrezzata con viste panoramiche sul Monte Titano e le rocche di Montescudo e Montefiore Conca. Qui il Sangiovese rallegra l’atmosfera e ai visitatori vengono proposte degustazioni e visite guidate tra i filari.

Coriano ospita la sede del Parco Fluviale del Marano – il fiume che discende dalle falde di San Marino per sfociare nell’Adriatico poco a nord di Riccione – dove tra passeggiate e percorsi ippici e ciclabili non mancano le attrazioni per gli amanti dell’outdoor. Quando si è stanchi è d’obbligo una sosta al Parco della Luna per gustare nel più tradizionale stile romagnolo le gustose piadine. A Coriano fanno tappa anche gli  amanti della bici da corsa che macinano chilometri fra le colline dell’entroterra, alla ricerca anche loro dei profumi, dei sapori e delle tradizioni autentiche a pochi chilometri da Rimini e dalla Riviera.

In pratica

DOVE SOSTARE
L’area attrezzata per i camper Tenuta Santini (Via Campo 33, Loc. Passano di Coriano, tel. 0541 656527 o 338 1149085, www.tenutasantini.com) si trova sopra una terrazza naturale ed è annessa alla casa colonica e alla cantina. È dotata di cinque piazzole con tettoia, dispone di carico e scarico delle acque, colonnine per l’elettricità, bagni con doccia, wi-fi, zona lavaggio stoviglie e barbecue. C’è anche la possibilità di usufruire della piscina e di partecipare alle visite guidate della cantina e dei vigneti e alle degustazioni. La tariffa giornaliera per un equipaggio di due persone è di 15 euro con una degustazione offerta dai gestori.  un pernottamento gratuito per permanenze di almeno tre giorni; 10% sull’acquisto di prodotti
Fattoria Mula D’oro (Via dell’Olmo 10, Loc. Mulazzano, tel. 0541 729101 o 339 3738214, www.viniromagnoli.it), fattoria didattica biologica che produce vino, insaccati, sottoli, olio extravergine leccino, miele, marmellate, è aperta da Pasqua al 30 settembre. La struttura, che ha una strada d’accesso relativamente stretta, può ospitare fino a otto equipaggi. La tariffa giornaliera è di 9 euro a persona.

COSA VISITARE
Coriano Museo la Storia del Sic, Palazzo della Cultura, Via Garibaldi 127, tel. 0541 658100, www.lastoriadelsic.com, info@ lastoriadelsic.com.
Montescudo Museo Etnografico, Via Ca’ Bartolino, Valliano di Montescudo, tel. 0541 984366. Una raccolta di oggetti e attrezzi legati alla cultura agricola del territorio ospitata presso la canonica della Chiesa Parrocchiale di Valliano, nota anche come Santuario di Santa Maria Succurente, ricca di affreschi e strutture artistiche.
Chiesa della Pace-Museo della Linea Gotica Orientale, Fraz. Trarivi, Via Ca’ Bartolino, tel. 0541 864014 (si veda anche il servizio nel n. 519). Allestito sulle rovine della chiesa medioevale di San Pietro, documenta gli eventi bellici che si svolsero dal 25 agosto 1944 al 6 gennaio 1945 a seguito dell’offensiva di sfondamento della Linea Gotica.

DOVE MANGIARE
La Cantinetta della Corte, Piazzetta Salvoni, tel. 347 4835584 o 0541 658117, www.cantinettadellacorte.com.
Ristorante Pizzeria La Greppia, Via Marano 75, tel. 0541 657210, www.ristorantelagreppia.com.
Trattoria da Savino, Via Cavallino 32, Loc. Cavallino di Coriano, tel. 0541 656206, www.trattoriadasavino.com.
Agriturismo La Valle, Via Ca’ Tommasini 20, Loc. Sant’Andrea in Besanigo di Coriano, tel. 0541 659229, www.lavalleagriturismo.it.

EVENTI
Andrà in scena nelle ultime due domeniche di novembre la trentunesima edizione della Fiera dell’oliva e dei prodotti autunnali, una mostra mercato dei prodotti e dell’artigianato della zona, arricchita da conferenze, esposizioni, degustazioni olearie e vinicole, stand gastronomici, giochi popolari e musica folkloristica.

INDIRIZZI UTILI

Pro Loco, Piazza Mazzini 10, tel. 0541 656255 o 331 9996458, www.prolococoriano.it, info@prolococoriano.it.

Galleria fotografica

Mappa


Altre Mete e Itinerari

Leggi tutte le Mete e gli Itinerari
Punto Direttore
iltropicodelcamper
app PleinAirClub
POI Garmin
Scarica