La storia di PleinAir

 

“PleinAir”: libertà, gioia di vivere, piacere di viaggiare, desiderio di conoscere.
Perché il camper, la caravan e la tenda sono i protagonisti e gli strumenti di una cultura di vita disegnata da un rapporto unico con i luoghi e con l’ambiente.

 

“PleinAir” nasce nel 1988, quando le viene affidato il ruolo di traghettare la prima generazione del campeggio verso un più profondo significato di vacanza a contatto con la natura e con il territorio. “PleinAir” appare come filiazione diretta del mensile “2C” che ha fatto scoprire a migliaia di italiani la caravan e il camper e che quasi maggiorenne (è nata diciassette anni prima, nel 1971) passa il testimone alla nuova rivista.

 

“PleinAir” si avvia lungo un percorso nel quale il turismo della mobilità si arricchisce di mete spesso inedite: i parchi, la campagna, i piccoli borghi ma anche i paesi lontani e le modalità alternative di vivere il turismo all’aria aperta. Il lettore inizia così ad assaporare per la prima volta il piacere di una libertà in cui la vacanza è una scoperta personale e unica, frutto della propria creatività.

 

In breve tempo comprendiamo che le motivazioni della nostra cultura della vacanza devono trovare un’intesa più articolata con gli strumenti del viaggiare in libertà. Nasce così “PleinAir Market”. Le due riviste prendono a circolare abbinate, completandosi a vicenda.

 

Nel marzo del 2014 PleinAir ha festeggiato il traguardo dei 500 numeri.

POI Garmin
iscriviti-subito
Scarica