Abbonati alla rivista
Area utenti

PleinAir | Viaggio

10 maggio 2015

L’intesa tra MTV e PleinAir

20160510_movimento-turismo_vino-pleinair-470

“Sentinelle del territorio”: è sempre stato bello, per noi che facciamo parte del Movimento Turismo del Vino, sentirsi chiamare così. Siamo vignaioli, coltiviamo la terra, le nostre vigne sono giardini splendidi – per la cura, la simmetria, la bellezza – in ogni giorno dell’anno. I vigneti sono il nostro orologio; l’evolversi della loro fase vegetativa ci guida nelle nostre azioni, fino a giungere a quella bottiglia che ne segna il compimento e intorno alla quale ci ritroviamo a raccontare tante storie. Per noi vignaioli l’ambiente è tutto, sin da quando la mattina presto apriamo gli occhi e dalla finestra gettiamo uno sguardo al cielo e ai nostri filari: un gesto più forte di qualsiasi altro, carico di speranza, di fiducia, di voglia di fare.

PleinAir e Movimento Turimo del Vino
Verso quel cielo, con la stessa carica di speranza, guardano tutti coloro che amano il turismo all’aria aperta ed è bellissimo poter condividere consapevolmente questa passione. Nella crescita costante dell’enoturismo il vino ha assunto un valore centrale del tutto particolare nelle scelte di un viaggiatore attento e curioso. Il percorso – faticoso e romantico allo stesso tempo – che dalla vite porta alla cantina è, per il visitatore che arriva a bordo del proprio camper, un ambiente privilegiato dove vivere, un’occasione per approfondire la conoscenza della vite nelle sue diverse fasi, per ammirare il vignaiolo nelle pratiche agronomiche e partecipare al momento della raccolta.

Una volta tornati a casa con la cambusa carica, da quelle bottiglie non uscirà solo vino: chiudendo gli occhi quei profumi ci riporteranno là dove abbiamo vissuto un’esperienza autentica; rivivremo sensazioni uniche, rivedremo quella terra, quei sorrisi, quei volti.

Da Cantine Aperte a oggi
Sono passati più di vent’anni dalla nascita del Movimento Turismo del Vino e dalla prima edizione di Cantine Aperte che si svolse in Toscana. Un evento che ha segnato una svolta, rappresentando un vero e proprio spartiacque in grado di valorizzare il lavoro di tanti vignaioli fino a disegnare un ruolo nuovo delle cantine, intese come risorsa territoriale non solo produttiva o ambientale ma anche turistica. È in quegli anni che nasce la figura dell’enoturista, una persona che costruisce il suo viaggio lungo il percorso affascinante segnato dal vino. In questo quarto di secolo il progetto si è sviluppato e le nuove generazioni sono cresciute con la data di Cantine Aperte ben evidenziata sul calendario. Oggi le cantine sono aperte tutte e sempre: merito dell’idea lungimirante di Magda Antonioli che nel 1993 portò Donatella Cinelli Colombina a fondare il Movimento Turismo del Vino.

Scegliere le occasioni di viaggio
La collaborazione tra PleinAir ed MTV nasce con due obiettivi principali: ampliare le possibilità di scelta delle destinazioni di viaggio e garantire la qualità reale dei servizi offerti. MTV diventa così un marchio di garanzia degli itinerari proposti, lungo i quali le cantine socie rappresentano solidi punti di riferimento per andare alla scoperta dei luoghi, delle persone, dei vini e dei prodotti tipici che nobilitano la nostra Italia. L’enoturista può contare su informazioni precise a corredo degli eventi proposti dall’associazione e dalle cantine aderenti, ma anche ricevere notizie su una modalità di turismo legata indissolubilmente all’idea di partecipazione e di accoglienza in cantina. Sta proprio qui la differenza: sapere di essere attesi, ma soprattutto avere la certezza che quanto letto o sentito corrisponde alla realtà.

Altre News

Leggi tutte le News
Punto Direttore
raduno cesena
Punto Direttore
iltropicodelcamper
POI Garmin
Scarica