Abbonati alla rivista
Area utenti

PleinAir | Camper

4 aprile 2014

Guida al noleggio del camper (4/5): come funziona il camper

Scaletta x mansardaN

Un abitacolo carico di …

Componenti e arredi di bordo studiati appositamente per un abitacolo da viaggio: complicati al primo approccio, rivelano subito la familiarità di quelli domestici.

Come funziona? E’ una delle domande più frequenti che il neofita si pone di fronte a parti componenti e accessori del veicolo che, pur offrendo funzioni simili a quelle degli arredi casalinghi, se ne discostano per certe caratteristiche d’uso.

Componenti…

Chiusura portaNPorte e serrature

– In viaggio mettere a quella dell’abitacolo la sicura contro aperture accidentali negli spostamenti dei passeggeri.

Gradini d’accesso

– Non dimenticarli mai aperti: una spia luminosa o sonora sul cruscotto avviserà della distrazione.

 GradinoN

Finestre

– Scorrevoli o a compasso, agire sul pulsante di sblocco senza forzare la leva di apertura

– Ricorrere a borotalco o glicerina sulle guarnizioni contro il blocco dell’apertura a causa del gelo

– alla partenza, accertare la chiusura di sportelli e finestre, particolarmente quella in mansarda: non è rara la rottura della finestra frontale dimenticata aperta.

Oscuranti-zanzariere

– Manovrare con delicatezza i combinati oscuranti-zanzariere, tenendo premuto il sistema centrale di sbocco durante lo scorrimento verticale nelle cornici.

Oblò

– Gli aeratori a soffitto sono a circolazione continua d’aria: anche se chiusi favoriscono una corretta ventilazione attraverso l’apposita intercapedine.

Oblo aperturaN

Arredi…

Tappezzerie e divani

– Proteggerli da asciugamani e costumi bagnati, e dalla sabbia. Non vanno utilizzati all’esterno del mezzo.

 Tavoli

– Sono di diversi tipi, possono scorrere nelle due direzioni e possono essere abbassati per formare un letto.

 Sportelli

– Evitare istintivamente di tirarli con forza a sé: spesso occorre premere o ruotare il pomello.

– Assicurarsi che in viaggio risultino ben chiusi, specie quello del frigo, pena ritrovarsi il pavimento cosparso di oggetti vaganti.

RetrocameraN
…e servizi

Come si confà ad ogni abitazione confortevole, anche il v.r. ha i suoi elettrodomestici, dei quali tre sono essenziali e presenti in tutte le gamme di allestimenti.

Il frigorifero

– Il suo funzionamento è definito trivalente, in quanto può essere alimentato da tre fonti energetiche diverse (ma sempre separatamente): la riserva di gas di bordo, la corrente 12V (un relè interrompe l’alimentazione allo spegnimento del motore a protezione della batteria) e in campeggio la corrente di rete. Negli apparati più evoluti la scelta dell’alimentazione avviene automaticamente.

 FrigoriferoN

La stufa e il boiler

– Accertata la regolare erogazione del gas dalla stabilità della fiamma dei fornelli, l’accensione della stufa si effettua agendo sul termostato che regola la temperatura dell’aria calda e dell’acqua;

– Evitare brusche variazioni termiche: attendere che vada in temperatura prima di farle erogare la massima potenza calorica;

Gas chiusura di utenzaN

– Le bocchette regolabili della termoventilazione favoriscono la distribuzione omogenea del calore, ed evitano il surriscaldamento della stufa: non porre indumenti ad asciugare davanti le uscite;

– La combustione avviene in una camera perfettamente stagna rispetto all’abitacolo: con prelievo dell’aria comburente all’esterno.

La toilette

Da sottolineare la comodità di un vano toilette spazioso, oggi spesso dotato di angolo doccia separato: nella stagione calda ci si può rinfrescare a bordo senza ricorrere alle strutture dei campeggi.

Wc scaricoN
– Il wc a cassetta ha una ridotta capacità (circa 20 litri, raddoppiabili con un serbatoio di riserva), e va svuotato negli appositi camper service.

Wc cassettaN
La cucina

Anche se alcuni modelli vantano la presenza del forno fra le dotazioni di serie, la cucina in camper richiede:

– Ricette semplici e rapide, e quantitativi che non pongano poi difficili problemi di conservazione delle eccedenze;

– Una pentola a pressione, che può aiutare in molti modi: consente tempi rapidi di cottura, sviluppa meno vapori, e in viaggio costituisce anche un comodo contenitore di sicurezza.

Fornelli cucinaN
Ciò non significa rinunciare alla buona tavola, che anzi trova continui invitanti suggerimenti nelle specialità tipiche delle diverse regioni che si attraversano. Anche per questo, è consigliabile non eccedere nelle scorte alimentari alla partenza, per non ritrovarsi ad aver fatto semplicemente cambiare aria allo scatolame di casa.

Sogni d’oro

– La tappezzeria dei divani e dei materassi, sui quali ci si stende per dormire, va protetta con lenzuolo e copertina, o meglio con il classico saccoletto;

– I letti di norma sono sempre pronti, se si ha bisogno di ulteriori posti ricavabili dalla dinette farsi spiegare nel dettaglio la loro composizione;

– La mansarda attira immediatamente l’interesse dei più piccoli, che amano il suo ambiente raccolto e anche protetto: assicurarsi che disponga di rete anticadute;

– Un equipaggio non numeroso può sfruttare i posti letto alle estremità della cellula in modo da lasciare sempre a giorno la dinette centrale, pronta per la prima colazione o a disposizione di chi la sera vuole attardarsi;

– Le aperture di serie per la ventilazione continua (alla base della porta d’ingresso, negli oblò a soffitto, ma anche nelle portiere in cabina) assicurano il ricambio essenziale d’aria e non vanno sigillate d’inverno, quando anzi evitano che ristagni la condensa.

 

 

Altre News

Leggi tutte le News
cremasport
al-ko
guglielmi
arca
nordaffari
knaus
Beltrani
rimor